WWE

WWE RAW: 2020 SEASON FINALE

WWE RAW: 2020 SEASON FINALE

Recap di Monday Night Raw

WWE Pubblicato in data 13/10/2020 da Andrea Piccioli

 

Se è vero che il Draft rappresenta il Season Finale della stagione di un roster, questa settimana ci ha regalato diversi Cliffhanger importanti, che ci preparano ad una nuova stagione potenzialmente molto interessante e, speriamo, più fortunata della precedente.

 

E' per questo che l'ultima puntata di Monday Night Raw si concentra quasi esclusivamente sullo spostamento delle Superstar e le conseguenze che questi movimenti creeranno nei due roster, ma non manca di aggiungere qualche inaspettata sorpresa.

Non parlerò troppo del Draft, preferisco dedicargli una serie di approfondimenti nei prossimi giorni, in modo da analizzare tutti gli spostamenti insieme.

 

Partiamo quindi dagli incontri che, come prevedibile, non sono stati la spina dorsale di questa puntata, quanto un modo per salutare od accogliere i draftati. Match della serata sicuramente quello tra AJ Styles, Jeff Hardy e Seth Rollins, che ha visto la vittoria del Phenomenal One grazie all'intervento di Elias, ritornato a sorpresa dopo mesi di assenza. Il Drifter ha colpito Hardy con la sua chitarra, accusandolo più tardi di esser stato la causa dell'infortunio che lo ha tenuto lontano dagli schermi tutto questo tempo. La faida fra i due sembra ormai lanciata.

 


Doppia puntata di MizTV, che ha visto prima la rissa tra Mandy Rose e Dana Brooke contro Natalya e Lana, poi con il ritorno di Lars Sullivan, anche lui lontano dalle scene da un po', che asfalta John Morrison mentre The Miz se la dà a gambe. Sullivan potrebbe essere una concreta minaccia in WWE? Staremo a vedere.

 

La rissa femminile durante il MizTV porta all'inevitabile match fra i due Team, con la vittoria di Mandy Rose e Dana Brooke e lo split tra Lana e Natalya, con quest'ultima stanca di perdere per colpa della bella russa. Scelta logica per la canadese, che può e deve aspirare a molto di più piuttosto che fare la mamma chioccia ad una atleta sicuramente in ascesa, ma ben lontana dal suo livello.

 


Lo scontro tra Angel Garza ed Andrade serve principalmente a rinsaldare il rapporto tra El idolo e la sua manager Zelina Vega, seduta al tavolo di commento. La vittoria va a Garza, che quindi spicca il volo con le sue ali, dopo il periodo nella stable sudamericana. Al termine dell'incontro, però, Alexa Bliss e The Fiend appaiono nel quadrato e colpiscono con la Sister Abigail Andrade e Zelina. Finalmente la Bliss si è rivelata come compagna del Maligno, non vedo l'ora di scoprire come saranno impiegati nel lungo periodo. Secondo me c'è il potenziale per storie incredibili!

 


I titoli di coppia di Raw cambiano proprietario, passando dalle mani degli Street Profits a quelle del New Day, che ricambiano il gesto consegnando loro le cinture di Smackdown. Un passaggio di titolo alla pari, che serve a non mischiare le carte in tavola e mantenere ogni roster con la propria cintura di riferimento. Il match tra i New Day contro Robert Roode e Dolph Ziggler risulta interessante, ma dal finale talmente tanto scontato da far perdere ogni tipo di interesse. Per quanto sarebbe stato davvero difficile vedere Roode e Ziggler conquistare le cinture, saperli draftati a SmackDown pochi minuti prima della loro contesa ha tolto ogni possibile chanche. Match carino, distrutto da una gestione sbagliata.

 


Si chiude la rivalità tra la Hurt Businness e Ricochet, con quest'ultimo impegnato in un incontro contro Cedric Alexander dove, in caso di sconfitta, avrebbe dovuto entrare nella stable capitanata da MVP. Con un po' di furbizia, l'ex Prince Puma riesce ad ottenere una vittoria per squalifica e chiude il capitolo Hurt Businness che, da lunedì prossimo, dovrà vedersela probabilmente il pianta stabile contro Mustapha Alì e la sua Retribution.

 


Si conclude anche la faida tra Aleister Black e Kevin Owens, con la vittoria di quest'ultimo in un divertente No Disqualification Match. il Dutch Destroyer ha dimostrato di avere carisma e capacità a sufficienza per ambire a qualcosa di più, speriamo nella prossima stagione di vederlo protagonista più di quanto lo sia stato fino ad adesso. Continua a rimanermi ignoto il motivo per cui Kevin Owens, invece, non sia nel giro titolato o in faide di maggior spessore ma sia limitato costantemente al mid-carding. Non capisco cosa veda di sbagliato in lui il Creative Team, ma avranno le loro ragioni per quanto, almeno per me, illogiche.

 


Lo show si conclude con la Battle Royale Interbrand per decretare la nuova sfidante ad Asuka. Nonostante la presenza di Nia Jax e Shayna Baszler, sicuramente la favorite alla viglia vista anche la loro striscia di distruzione delle ultime settimane, la vittoria va sorprendentemente a Lana, che elimina per ultima Natalya ed ottiene una rivincita per tutte le umiliazioni prese nell'ultimo periodo.
Una scelta AZZARDATISSIMA, che potrebbe avere un risvolto positivo per la costruzione della faida, dipingendo una Lana "underdog" che si impegna a crescere per affrontare la campionessa, ma che potrebbe avere una tinta terribile nel caso si mettessero a nudo tutti i limiti tecnici che la Ravishing Russian ha a confronto con Asuka.
Sicuramente è da elogiare la WWE per l'assunzione di questo rischio, vedremo quanto pagherà nelle prossime puntate.

 


L'intero show si condisce, naturalmente, con la rivalità tra Drew McIntyre e Randy Orton, i quali all'inizio ed alla fine dello show lottano selvaggiamente tra ring e backstage, segno di come l'astio fra i due stia montando sempre di più, in vista del loro scontro all'interno dell'Hell in a Cell.

 


Puntata di Raw che mette il punto a tante questioni, apre nuovi scenari interessanti e mischia non poco gli atleti a tutti i livelli. Da settimana prossima si apre una nuova stagione che, dalle premesse, potrebbe essere davvero buona. Staremo a vedere! L'appuntamento è per domenica, con l'analisi di Friday Night Smackdown!



Fight Planet Italia

WWE Pubblicato in data 18/10/2020

WWE SMACKDOWN : Un nuovo inizio

Recap Friday Night SmackDown

Prima stagionale di Friday Night SmackDown che si apre con Triple H e Stephanie McMahon al centro del ring per presentare i match nel programma della serata e dare il benvenuto ai nuovi membri del roster blu dopo in Draft.
I componenti del roster presenti sulla rampa danno inizio ad una rissa che alla fine vede Lurs Sullivan e Jeff Hardy trovarsi faccia a faccia, preludio della sfida precedentemente annunciata tra i due.

 


Incontro equilibrato vinto da Lurs Sullivan che impone la sua dominanza fisica pronto a dire la sua in questa nuova era di SmackDown.
Jeff Hardy , draftato a Raw, lascia così lo show blu dopo una parentesi positiva e cercherà di fare altrettanto nello show rosso.



Nonostante dei validissimi avversari come Shemus, Cesaro e Nakamura che hanno dato del filo da torcere, il New Day trionfa nel match di addio che sancisce la fine di un'alleanza durata 6 anni.
Xavier Woods e Kofi Kingston in veste di campioni continueranno molto probabilmente a portare avanti il dominio della stable nella divisione di coppia anche a Raw, mentre Big intraprenderà una strada da singolo che pare promettere bene date le sue grandi potenzialità.



Daniel Bryan compie la sua prima apparizione al ThunderDome ma viene poco dopo interrotto da Seth Rollins.
Come altamente prevedibile, dopo un breve scambio verbale i due vengono a contatto per un possibile inizio di una grande rivalità che a questo punto tutti vorremmo vedere.
Anche Rey Mysterio e Dominik e Murphy si intromettono nella faccenda, con l'ex discepolo di Rollins che tradisce definitivamente il Messiah.
Nonostante questa dimostrazione, i due messicani negano la stretta di mano a Murphy.
Ad avere la peggio da questo segmento é stato Seth, che nonostante sia a SmackDown da una settimana ha già segnati sul suo cammino un vasto numero di avversari con cui fare i conti.
Ma d'altronde questo é quello che succede quando sei , a mio parere, la miglior risorsa in WWE da ormai diversi anni a questa parte.



Il match titolato tra gli Street Profits e Ziggler/Roode serve sostanzialmente per iniziare la rivalità tra i due team, in quanto lo Show Off e il Glorioso si fanno squalificare dopo pochi minuti non rispettando i ripetuti richiami dell'arbitro.



Firma del contratto tra Bayley e Sasha Banks che termina con un nulla di fatto.
La campionessa di SmackDown più longeva di sempre si allontana dal ring senza apporre la sua firma, scatenando le ire della Boss.
Ad una settimana dal loro match ad HIAC , Bayley dovrà rendere in qualche modo ufficiale l'incontro nella puntata di settimana prossima, quindi aspettiamoci un'altro intenso faccia a faccia tra le due.



Main event titolato con Roman Reigns chiamato a difendere la cintura contro un Braun Strowman messo lì per caso, senza un reale motivo.
Strowman ha anche un suo momento di controllo del match , ma Roman tira fuori dal cilindro una sottomissione vincente che gli vale la conferma del titolo.
Finalmente vediamo aggiungere all'arsenale di mosse di Reigns un qualcosa di nuovo, ci voleva anche questo dopo il restyling del suo personaggio.

La puntata di si chiude con Jey Uso che raggiunge il suo avversario di HIAC al centro del ring.
Inizialmente Jey pare prevalere sul campione atterrandolo con un calcio e prendendolo a sediate, ma ad avere l'ultima parola é Roman che rifila il SuperMan Punch al rivale.



Appuntamento a settimana prossima con l'ultimo episodio di SmackDown prima di Hell In A Cell.


Fight Planet Italia

WWE Pubblicato in data 13/10/2020

WWE RAW: 2020 SEASON FINALE

Recap di Monday Night Raw

 

Se è vero che il Draft rappresenta il Season Finale della stagione di un roster, questa settimana ci ha regalato diversi Cliffhanger importanti, che ci preparano ad una nuova stagione potenzialmente molto interessante e, speriamo, più fortunata della precedente.

 

E' per questo che l'ultima puntata di Monday Night Raw si concentra quasi esclusivamente sullo spostamento delle Superstar e le conseguenze che questi movimenti creeranno nei due roster, ma non manca di aggiungere qualche inaspettata sorpresa.

Non parlerò troppo del Draft, preferisco dedicargli una serie di approfondimenti nei prossimi giorni, in modo da analizzare tutti gli spostamenti insieme.

 

Partiamo quindi dagli incontri che, come prevedibile, non sono stati la spina dorsale di questa puntata, quanto un modo per salutare od accogliere i draftati. Match della serata sicuramente quello tra AJ Styles, Jeff Hardy e Seth Rollins, che ha visto la vittoria del Phenomenal One grazie all'intervento di Elias, ritornato a sorpresa dopo mesi di assenza. Il Drifter ha colpito Hardy con la sua chitarra, accusandolo più tardi di esser stato la causa dell'infortunio che lo ha tenuto lontano dagli schermi tutto questo tempo. La faida fra i due sembra ormai lanciata.

 


Doppia puntata di MizTV, che ha visto prima la rissa tra Mandy Rose e Dana Brooke contro Natalya e Lana, poi con il ritorno di Lars Sullivan, anche lui lontano dalle scene da un po', che asfalta John Morrison mentre The Miz se la dà a gambe. Sullivan potrebbe essere una concreta minaccia in WWE? Staremo a vedere.

 

La rissa femminile durante il MizTV porta all'inevitabile match fra i due Team, con la vittoria di Mandy Rose e Dana Brooke e lo split tra Lana e Natalya, con quest'ultima stanca di perdere per colpa della bella russa. Scelta logica per la canadese, che può e deve aspirare a molto di più piuttosto che fare la mamma chioccia ad una atleta sicuramente in ascesa, ma ben lontana dal suo livello.

 


Lo scontro tra Angel Garza ed Andrade serve principalmente a rinsaldare il rapporto tra El idolo e la sua manager Zelina Vega, seduta al tavolo di commento. La vittoria va a Garza, che quindi spicca il volo con le sue ali, dopo il periodo nella stable sudamericana. Al termine dell'incontro, però, Alexa Bliss e The Fiend appaiono nel quadrato e colpiscono con la Sister Abigail Andrade e Zelina. Finalmente la Bliss si è rivelata come compagna del Maligno, non vedo l'ora di scoprire come saranno impiegati nel lungo periodo. Secondo me c'è il potenziale per storie incredibili!

 


I titoli di coppia di Raw cambiano proprietario, passando dalle mani degli Street Profits a quelle del New Day, che ricambiano il gesto consegnando loro le cinture di Smackdown. Un passaggio di titolo alla pari, che serve a non mischiare le carte in tavola e mantenere ogni roster con la propria cintura di riferimento. Il match tra i New Day contro Robert Roode e Dolph Ziggler risulta interessante, ma dal finale talmente tanto scontato da far perdere ogni tipo di interesse. Per quanto sarebbe stato davvero difficile vedere Roode e Ziggler conquistare le cinture, saperli draftati a SmackDown pochi minuti prima della loro contesa ha tolto ogni possibile chanche. Match carino, distrutto da una gestione sbagliata.

 


Si chiude la rivalità tra la Hurt Businness e Ricochet, con quest'ultimo impegnato in un incontro contro Cedric Alexander dove, in caso di sconfitta, avrebbe dovuto entrare nella stable capitanata da MVP. Con un po' di furbizia, l'ex Prince Puma riesce ad ottenere una vittoria per squalifica e chiude il capitolo Hurt Businness che, da lunedì prossimo, dovrà vedersela probabilmente il pianta stabile contro Mustapha Alì e la sua Retribution.

 


Si conclude anche la faida tra Aleister Black e Kevin Owens, con la vittoria di quest'ultimo in un divertente No Disqualification Match. il Dutch Destroyer ha dimostrato di avere carisma e capacità a sufficienza per ambire a qualcosa di più, speriamo nella prossima stagione di vederlo protagonista più di quanto lo sia stato fino ad adesso. Continua a rimanermi ignoto il motivo per cui Kevin Owens, invece, non sia nel giro titolato o in faide di maggior spessore ma sia limitato costantemente al mid-carding. Non capisco cosa veda di sbagliato in lui il Creative Team, ma avranno le loro ragioni per quanto, almeno per me, illogiche.

 


Lo show si conclude con la Battle Royale Interbrand per decretare la nuova sfidante ad Asuka. Nonostante la presenza di Nia Jax e Shayna Baszler, sicuramente la favorite alla viglia vista anche la loro striscia di distruzione delle ultime settimane, la vittoria va sorprendentemente a Lana, che elimina per ultima Natalya ed ottiene una rivincita per tutte le umiliazioni prese nell'ultimo periodo.
Una scelta AZZARDATISSIMA, che potrebbe avere un risvolto positivo per la costruzione della faida, dipingendo una Lana "underdog" che si impegna a crescere per affrontare la campionessa, ma che potrebbe avere una tinta terribile nel caso si mettessero a nudo tutti i limiti tecnici che la Ravishing Russian ha a confronto con Asuka.
Sicuramente è da elogiare la WWE per l'assunzione di questo rischio, vedremo quanto pagherà nelle prossime puntate.

 


L'intero show si condisce, naturalmente, con la rivalità tra Drew McIntyre e Randy Orton, i quali all'inizio ed alla fine dello show lottano selvaggiamente tra ring e backstage, segno di come l'astio fra i due stia montando sempre di più, in vista del loro scontro all'interno dell'Hell in a Cell.

 


Puntata di Raw che mette il punto a tante questioni, apre nuovi scenari interessanti e mischia non poco gli atleti a tutti i livelli. Da settimana prossima si apre una nuova stagione che, dalle premesse, potrebbe essere davvero buona. Staremo a vedere! L'appuntamento è per domenica, con l'analisi di Friday Night Smackdown!


Fight Planet Italia

WWE Pubblicato in data 11/10/2020

WWE SMACKDOWN : FRIDAY NIGHT MESSIAH

Recap SmackDown

Prima delle due notti dedicate al Draft che si apre con Stephanie McMahon ad annunciare il primo giro di scelte per i due roster.
I due principali campioni, Drew McIntyre e Roman Reigns rimangono rispettivamente a Raw e SmackDown, con lo show rosso che conferma anche Asuka e la Hurt Business tra le sue fila, ma il grande colpo che sarà destinato a stravolgere gli equilibri in WWE nei prossimi mesi è l'approdo a SmackDown di Seth Rollins.

 

Dopo questo inizio col botto che già proietta SmackDown ad un livello superiore, Big E e Sheamus si sono dati battaglia in uno spettacolare Falls Count Anywhere match. L'azione si sposta subito nella zona del backstage, dove il Guerriero Celtico distrugge un pacco di uova e farina contro Big E, che risponde prendendo a colpi di scopa il rivale prima di raggiungere il garage dell'edificio.
Big E riesce a liberarsi dal conteggio dopo aver subito la White Noise su un'auto, e conclude vittorioso l'incontro con una devastante Big Ending sopra a un tavolo di legno. Entrambi i lottatori escono dal match con i corpi martoriati dalle mazzate prese, autori di un incontro che immagino abbia tenuti tutti quanti i membri del WWE Universe attaccati allo schermo come successo al sottoscritto.
Durante l'intervista post match , Big E viene raggiunto a sorpresa da Kofi Kingston e Xavier Woods che annunciano il ritorno al gran completo del New Day.

 

Confronto a distanza tra Jey Uso e Roman Reigns da cui esce la novità che a Hell In A Cell avremo un I Quit match tra i due samoani.
Con tutto il bene per il buon Jey, questa stipulazione non sembra lasciare nessuna possibiltà di vittoria per lui, preannunciando anzi una nottata da incubo al prossimo pay per view.

 

Il miglior colpo del secondo giro di scelte al Draft lo mette a segno Raw aggiudicandosi l'approdo del fenomenale AJ Styles.
Lo show rosso aggiunge al suo roster anche Naomi e mantiene le campionesse di coppia femminili Shayna Baszler e Nia Jax, mentre SmackDown conferma Sasha Banks e si aggiudica l'interessante approdo di Bianca Belair, una delle ragazze che potrebbe maggiormente esplodere d'ora in poi.

 

Jeff Hardy e Matt Riddle hanno sconfitto senza troppi problemi la coppia formata da The Miz e Morrison , ma il momento degno di nota è avvenuto a fine incontro quando è tornato a farsi vedere un'ormai dimenticato Lars Sullivan a fare piazza pulita all'interno del ring.
Vedremo se a differenza di quanto era accaduto lo scorso anno, Sullivan riuscirà a ritagliarsi il suo posto nel main roster, come prima impressione dopo averlo visto nuovamente on screen mi limito a dire che anche solo come impatto visivo e di immagine pare migliore in confronto alla precente esperienza.

 

Miz e Morrison che sono due dei maggiori nomi protagonisti nel terzo giro di scelte al Draft passando da SmackDown a Raw. Come già appreso nelle scorse settimane, Mandy Rose entra a far parte del roster rosso che mantiene anche Ricochet, mentre SmackDown conferma Jey Uso e piazza un altro grande doppio colpo: Rey e Dominick Mysterio!!

 

Quella che doveva essere la resa dei conti con la cintura in palio tra Bayley e Sasha Banks finisce in un nulla di fatto quando la campionessa viene squalificata per aver usato una sedia per colpire la Boss, ma ben venga che sia andata così dato che viene succesivamente annunciato che a Hell in a Cell le due ex amiche si affronteranno nella gabbia in un evento che con i match già annunciati promette spettacolo.

 

Tornando al New Day, Kofi e Xavier nonostate essere riapprodati da circa mezz'ora in WWE si sono già visti ricevere la chance titolata contro Nakamura e Cesaro, e manco a dirlo, l'hanno sfruttata nei migliori dei modi tornando campioni di coppia al termine di un avvincente incontro.
C'è poco da dire, se il New Day è presente, sono tra i pochi in grado di portare il giusto prestigio alle cinture tag team ormai da diversi anni a questa parte, quindi ben venga un altro loro regno titolato.
La festa di Kofi, Xavier e Big E viene però rovinata da Stephanie che annuncia il passaggio dei primi due a Raw, mentre Big E viene confermato a SmackDown, il che sancisce la separazione del trio.
Nell'episodio di SmackDown della prossima settimana avremo il match di addio con Big E che farà squadra con i due suoi compagni di viaggio per l'ultima volta, strano e triste dirlo ma anche in questo caso la scelta mi pare azzeccata in quanto l'uomo di forza del New Day pare avere spianata davanti a sè un'importante strada da singolo.

 

Nell'ultimo giro del Draft vengono confermati Angel Garza e Dana Brooke a Raw, mentre Mr.Money in the Bank Otis rimane in forza a SmackDown.

 

Ed arriviamo al main event con il primo match a SmackDown di The Fiend che dopo i recenti fatti affronta Kevin Owens.
Incontro che sembra non aver storia nella prima metà dove The Fiend impone il suo dominio prima di subire il ritorno di fiamma di KO che riesce ad impensierire il rivale con alcuni colpi di genio, dovendo però arrendersi quando il maligno riprende il sopravvento uscendo praticamente immune da una powerbomb contro il tavolo dei commentatori prima di ribaltare a suo favore il tenativo di stunner da parte del canadese.
Breve apparizione anche per Alexa Bliss che raggiunge The Fiend sulla rampa nell'immagine che conclude questo super episodio di SmackDown.

 

Vedremo come si stravolgeranno ancora i due roster durante la seconda serata di Draft che si svolgerà a Raw, ma al momento si può affermare che SmackDown assume sempre più i contorni di migliore show del main roster WWE.

Appuntamento alla prossima !