WWE

WWE SMACKDOWN: Il diavolo fa i coperchi...

WWE SMACKDOWN: Il diavolo fa i coperchi...

Analisi Smack Down Live

WWE Pubblicato in data 05/06/2022 da Andrea Capruzzi

Nulla di fatto per Smack Down che, a poche ore da Hell in a Cell, non va a modificare ulteriormente la card dell’evento ma buttando l’occhio sul dopo Premium Event. Ma cosa sta bollendo in pentole del Blue Brand?

 
Apre la puntata la rivincita di settimana dei Browling Brous contro il New Day e Drew McIntyre vinto dal trio inglese ma che potrebbe portare ad un ulteriore scontro tra squadre nel tentativo di concludere la rivalità tra team, specie dopo che McIntyre ha dichiarato ufficialmente di voler sfidare Roman Reigns a Clash under the Castle. Dettaglio importante durante la contesa sono le parole dette da Xavier Woods che, prendendo le cuffie di Pat McAfee, dice di voler sfidare Ricochet per il titolo intercontinentale dopo aver archiviato la pratica con Sheamus e compagni; una sfida interessante ma che visto gli sviluppi dello scenario inerente al titolo intercontinentale, potrebbe lasciare intendere una faida tra il trombettista del New Day e il ring general, Gunther.

Continua il re packaging di Shanky( con tanto di nuovo ring attire)che questa settimana aiuta ad avere la meglio il suo compagno di squadra, Jinder Mahal, concedendosi poi a fine match un ballo con la ring annauncer (proibito sino a quel momento dal Modern Day Maharaja). Una progressiva cambio di personaggio che al momento lascia presagire pochi sbocchi utili futuri per i due, probabilmente orientati a diventare un possibile team da contrapporre agli Usos, senza però escludere l’ipotesi dello split.


Colpo di scena nel Six pack challenge valido per lo status di contendente numero uno per il titolo femminile che vede Natalya prevalere contro Raquel Rodriguez, Alyhia, Shotzi e la compagna Shyna Baszler ottenendo una title shot inaspettata visto quanto accaduto nelle scorse settimane e che vedevano favorite la Queen of Ace o la debuttante Rodriguez. Una vittoria quella da parte della figlia di Jim Neidhart che dimostra come il team creativo abbia voluto puntare su una veterana navigata come lei come sfidante di transizione capace magari di elevare Ronda, evitando di farla ripiombare nell'anonimato come successo dopo la faida con Charlotte Flaire andando nello stesso tempo ad interrompere una mancanza di occasioni valide per il titolo massimo della categoria che dura dal 2019( ovvero dal Submition Match di Summerslam contro Becky Lynch).

Ritorno in pompa magna per Madcap Moss che ufficializza il suo cambio di personaggio abbandonando battute e bretelle diventando più “spietato” tanto da perdere intenzionalmente per squalifica il match ottenuto con Happy Corbin la stessa sera dopo aver infierito su l’Ex collega con una sedia ma ottenendo un rematch per Hell in a Cell da Adam Pearce. Un ritorno quello di Moss molto interessante sia per la trasformazione della sua gimmick, diventata più seria e “pericolosa”,sia per quanto riguarda l’appoggio del pubblico che ha accolto la nuova versione di Moss. 

Viene ufficializzato il match per settimana prossima valevole per il titolo intercontinentale tra il campione Ricochet ed il Ring General, Gunther, tramite due promo generici registrati dai due contendenti; un incontro che potrebbe quasi sicuramente sancire la fine del regno del One and Only, meritando quindi un palcoscenico importante come Hell in a Cell sia per dare più lustro alla vittoria di Gunther, facendogli vincere il titolo al suo debutto in un Premium Event. Fa storcere il naso anche la gestione del regno dell’ex Prince Puma, costruito si per lanciare un nuovo atleta nella Mid Card, ma che viene presentato come un fighting champion capace di difendere la cintura ogni settimana da chiunque ( anche da due avversari contemporaneamente) salvo però poi non difendere lo stesso per più di un mese.

Conclude la puntata il match valido per i titoli di coppia unificati tra gli Usos contro Riddle e Shinsuke Nakamura, vinto dai campioni che prima infortunano il nipponico ad una gamba e poi sfruttano la distrazione creata dal membro onorario della Bloodline Sami Zayn che fa partire la musica d’ingresso del Tribal Chief. Una serie di eventi che, nel caso di Nakamura, servono per rimandare la sua sfida contro l'ex Big Dog ad un futuro più lontano mentre l’intervento di Sami Zayn potrebbe essere messo alla base di una prossima rivalità tra i due. Promette bene invece la gestione di Riddle, mostrato con una atteggiamento molto più seria e che meno scherzoso sia quando rimasto a combattere i gemelli Samoani da solo sia nel post match quando cerca di vendicarsi su Zayn.

In sintesi, l’appuntamento settimanale con l’episodio pre Hell in a Cell non riesce ad appagare la visione dello spettatore ed aggiungere hype per la visione
dello stesso Premium Event dando a tratti l’impressione di stare a guardare un episodio di transizione più che di un ultimo appuntamento prima di un PPV. Un evento che sembra essere stato “snobbato” dal Blue Brand tanto da aggiungere un solo match alla card dello stesso e lasciando match interessanti, come quello valevole per il titolo intercontinentale, per la settimana dopo invece che per il PPV oppure senza nemmeno specificare quando sarà fatto nonostante si parli del secondo titolo più importante del roster ( come nel caso del match titolato ottenuto da Natalya contro Ronda). Pecca anche il lottato, che fatta eccezione per l’opener e l’ultima parte del Main Event. Un risultato che non sorprende visto il poco peso specifico che Smack Down ha ricoperto durante la costruzione della card dell'evento, penalizzato però dalla grande assenza si Roman Reigns costringendo ad un  allungamento estenuante della faida per i titoli di coppia e le ripercussioni della vicenda di Sasha Banks e Naomi che hanno indubbiamente condizionato la faida per il titolo femminile. Una combinazione di eventi che indubbiamente ha minato l'idea originale per Hell in a Cell ma che la WWE non è riuscita a tamponare bene.



Fight Planet Italia

WWE Pubblicato in data 09/08/2022

WWE TOP E FLOP: Episodio 6

Il meglio ed il peggio della settimana del 01/08/2022

Con Summerslam consegnato agli archivi, la WWE punta già al prossimo evento Clash at the Castle,. Ma se per il Biggest Party of The Sammer la strada era già segna dalla vecchia gestione McMahon,ora Triple H avrà più carta bianca per questo PLE,rendendo quindi ogni evento lungo queste settimane fondamentale. Vediamo insieme quali di questi avvenimenti sono entrati nella nostra classifica dei Top e Flop:

Top: Aj Styles (Raw)

Protagonista silenzioso della puntata, il Fenomenale crea il momento della serata durante il primo match di qualificazione per il titolo degli Stati Uniti con una magia degna del suo nome (aiutata anche da un grande Mustafa Ali) e poi un match molto godibile tra lui e Ciampa. Per quanto la sua età non sià più di poco conto e probabilmente non sarà uno dei fedelissimi su cui punterà Triple H, Styles ha dimostrato un'altra volta come possa dire la sua e visto il finale del match con Ciampa, sembra che ancora ne ha avrà per un po’ con The Miz. Indistruttibile!

Top: Katana Change e Jayden Carter (NXT 2.0)

Le storia di rivalsa funzionano sempre e quella di Katana Change e Jayden Cater non è da meno, andando a creare con la vittoria dei titoli di coppia femminili di NXT un momento molto toccante per le due wrestler che, nonostante i loro limiti dovuti ad una gimmick molto anonima, va a premiare la dedizione e la perseveranza che hanno mostrato in questi mesi. Una scelta comunque coraggiosa e che probabilmente può solo che essere l’inizio di un percorso di crescita delle due anche in vista di uno scontro con le Toxic Attraction (in virtù di essere state le ultime eliminate dalla contesa e per mano delle nuove campionesse) nella speranza di vedere anche un cambiamento di personaggio in modo da essere percepite più seriamente. Promettenti!

Top: Shyna Baszler (Smack Down)

Massimo risultato con il minimo sforzo per Shyna Baszler che ha la meglio contro una straripante Raquel Rodriguez ( in grande spolvero durante la contesa effettuanto quattro eliminazione, seppur di poco conto, e disputano parte della contesa con un ginocchio “infortunato”) nella fase finale del Gauntlet match aggiudicandosi così un incontro titolato contro Liv Morgan a Clash at the Castle. Una conquista importante per la Queen of Aces che interrompe un digiuno di occasioni per la cintura massima della categoria durato fin troppo, da circa Wrestlemania 36, e che  vista la gestione Lavesque, potrebbe far fantasticare anche su una ipotetica vittoria al PLE ed una run titolata di dominio puro come vista ad NXT. Una ipotesi che però si scontra con la variabile Liv Morgan, già “prenotata” per una rivincita con Ronda Rousey anche se, dato l’infortunio di Backy Lynch, il team creativo potrebbe optare per proporre Shyna come Heel e farla scontrare con Randa proposta come Face “cattiva”. Sta di fatto che in questi scenari l’unica a risentirne potrebbe essere la stessa Morgan, in forte perdita di consensi come visto durante il promo a Smack Down dai i cori “hai ceduto” ed alcuni che inneggiavano a Ronda (una utopia se si pensa a qualche settimana fa) e che potrebbe vedere il suo regno vacillare già alla seconda difesa. Una situazione destinata a peggiorare già con il nuovo scontro con Shyna dove i pronostici sono nuovamente a sfavore della ex Riott Squad e che, salvo un intervento di Ronda, potrebbe vedere trionfare la Submission Magician senza problemi visto lo stradominio i Ronda a Summerslam. La Regina potrebbe essere tornata per reclamare il suo trono, Pericolosa!

Flop: Montez Ford (Raw)

Continuano le fecciatine sulla possibile rottura fra gli Street Profit, con un Montez Ford messo in risalto nello scontro con Seth Rollins che sembra far “digerire” al pubblico l’idea di una prossima carriera da singolo. Ma il dubbio che sorge spontaneo è se questo split sia veramente necessario e se sia giusto privare la categoria di coppia di uno dei team più over in piazza vista la carenza di sostituti validi e “freschi”. Un altro dubbio sta nel fatto su come Montez Ford, palesemente colui che gioverebbe di più della separazione, potrà ritagliarsi uno spazio nel complesso  scenario dei titoli mondiali occupato dalla presenza di star dallo staus intoccabile come Drew McIntyre, Roman Reigns o Brock Lesnar mentre farlo competere per i titoli secondari potrebbe essere un autentico spreco. Una scelta più giusta sarebbe far fare le proprie esperienze a Montez  lasciando intatto il rapporto con Dawkings come era stato fatto in passato con il New Day ai tempi di Big E e Koffi Kingston. Sprecato!

Flop: Mandy Rose (NXT 2.0)

Vince ma non convince la campionessa femminile di NXT che conquista una vittoria di “rodaggio” contro Sarray, infierendo nel finale sulla nipponico con dei colpi di sedia al limite del credibile, salvo poi venir attaccata da Zoey Stark. Vero punto critico della serata di Mandy Rose sta in alcuni dettagli  poco logici come la sua assenza ad inizio puntata a bordo ring per aiutare le amiche di stable Gigi Dolin e Jacy Jayne, probabilmente facendo iniziare le discrepanze per arrivare ad un ipotetico split tra le tre (oppure una scelta forzata per portare poi le due a partecipare nel torneo per i titoli di coppia femminili del main roster), anche se la più difficili da capire in ambito di storyline è il tentativo di "allearsi" con Cora Jade per mettere fuori gioco la sfidante Zoey dandole come riconpensa una title shot. Una scrittura quest’utlima che potrebbe servire per far perdere una occasione titolata a Cora per mano di Roxanne Perez (come successo a parti inverse due settimne fa) di modo da ufficializzare la sfida tra le due per Heatwave. Sta di fatto che il piano di Mandy, al di là delle scelte creative, sembra poco logico e fanno passare una Mandy non proprio una Heel temibile e furba come ci ha fatto vedere ultimamente ma che viene presa da dei momenti poco lucidi. Sbadata!

Flop: Karrion Kross (Smack Down)

Doveva essere un ritorno a furor di popolo ma il rientro di Karrion Kross sembra essere stato accolto tra l’indifferenza del pubblico presente. Alcuni motivi che potrebbero giustificare questa apatia potrebbe essere in primis la breve parantesi di Kross, e non molto “fortunata”, nel main roster che non ha permesso di far empatizzare il WWE Universe con lui, il cambiamento sia di aspetto che di gimmick riprendendo il personaggio di NXT con tanto di Scarlett al suo fianco rischiando di far confondere coloro che non hanno visto Kross nel periodo dello show oro e nero. Ma il vero motivo di tale “menefreghismo”  sta nel rirorno stesso di Karrion dove attacca uno dei Face più over della federazione e facendo intendere di voler sfidare il campione Roman Reigns; una sfida che sembra alquanto difficile dato che il Tribal Chief ha già un appuntamento contro lo Scotish Warrior in quel di Clash at the Castle e dove quest’ultimo potrebbe detronizzare il regno di Roman vista la cornice creata ad hoc per McIntyre di modo da ottenere la sua tanta rimandata redenzione difronte ad un pubblico e rimandandata per due edizioni di Wrestlemania. Di conseguenza, modificare tale program già di per se intoccabile sembra cosa non facile ed anzi in caso di uno sconto diretto tra Karrion e Drew per determinare lo sfidante di Roman è facile pensare ad una vittoria dello scozzese, andando così a far calare la sua credibilità agli occhi del pubblico. Frettoloso!


Fight Planet Italia

WWE Pubblicato in data 06/08/2022

WWE SMACK DOWN - Risultati del 05/08/22

Risultati Rapidi di Smack Down Live

La puntata si apre con Pat McAfee che commenta la sua vittoria contro Happy Corbin a Summerslam, prendendosi gioco del suo avversario con delle grafiche disegnate in diretta su dei video dello scontro. Nel backstage, Corbin zittisce un gruppo di atleti che ride alla presa in giro dell’ex NFL sfidando poi Ricochet, che continuava ad ironizzare su di lui.

Ricochet batte Happy Corbin per schienamento grazie ad una distrazione di Pat McAfee ai danni di Corbin

Nel Backstage, Samy Zayn cerca di parlare con Roman Reigns ma viene bloccato dagli Usos che dicono di non essere un buon momento per parlare con il Tribal Chief e che lo avrebbero avvisato quando avrebbe potuto parlare con lui.

Nakamura batte Ludwing Kaiser per schienamento ottenendo una title shot  per il titolo Intercontinentale di Gunther.

Sempre nel Backstage, Samy Zayn torna davanti a l’ufficio di Roman Reigns ma viene nuovamente fermato dagli Usos con Jimmy che chiede al Master Strategist di andare a controllare che tutto sia pronto per l’entrata di Roman, convincendolo che questo avrebbe fatto molto piacere a Roman. Zayn accetta l’incarico anche se con qualche perplessità.

Durante l’intervista con nel ring con Kayla Braxton, Liv Morgan (tra i fischi ed i cori “hai ceduto”di una parte del pubblico) spiega di aver ceduto perché credeva che l’arbitro aveva già confermato la sua vittoria e di essere pronta ad una rematch quando Ronda Rousey potrà tornare. La campionessa viene interrotta da Sonya Deville che, dopo averla definito patetica ed aver detto come la gestione di Adam Pearce sia pessima , promette di diventare la prossima campionessa femminile del roster.

Shyna Baszler sconfigge Raquel Rodriguez, Natalya, Xia Lin, Shotzy, Sonia Deville e Aliyah nell gauntlet match ottenendo un incontro titolato a Clash at the castel contro la campionessa Liv Morgan. Domina la contesa Rodriguez eliminando tre lottatrici ( Sonya Deville, Shotzy , Xia Lin e Natalya) con un ginocchio “infortunato” per gran parte della contesa.

In un ultimo collegamento nel backstage Samy Zayn cerca nuovamente di parlare con Roman Reigns ma esprimendo le sue lamentele dopo essere stato nuovamente bloccato, Jey Usos inveisce contro di lui dicendo di non contiuare a dargli fastidio altrimenti non sarà più un membro della Bloodline.

I Vikings Riders sconfiggono Jim Mulkey e Tommy Gibson, una coppia di wrestler locali, per schienamento. Nel post Match, Kofi Kingston attacca Erik ed Ivar con una kendo sticks.

Kofi Kingston batte Erick per schienamento.

Micheal Cole comunica che l’inizio del torneo per decretare le nuove campionesse di coppia femminili con il primo turno che si terrà Lunedì a Raw.

Nel segmento finale Drew McIntyre interrompe Roma Reigns, intento a parlare di quanto accaduto a Summerslam, ma nel tentativo di cercare lo scontro con la Bloodline viene attaccato dal rientrante Karrion Kross accompagnato da Scarlett che poggia la clessidra davanti alla stable samoana.


Fight Planet Italia

WWE Pubblicato in data 02/08/2022

WWE RAW: Risultati del 01/08/2022

Risultati Rapidi di Monday Night Raw

La puntata di apre con il confronto fra Becky Lynch e Bianca Belair, con la campionessa che si ritiene grata di aver ricevuto il rispetto dalla irlandese. Rimasta sola sul ring, la EST inizia a parlare di quanto successo a SummerSlam, ma dai maxischermi intervengono Bayley, Dakota Kai e Iyo Sky, che attaccano nel backstage Becky Lynch. 

 

- AJ Styles sconfigge Mustapha Alì e The Miz nella semifinale per l'assegnazione del ruolo di #1 Contender al titolo US di Bobby Lashley.

 

- Seth Rollins sconfigge Montez Ford.

 

- Alexa Bliss vs Asuka finisce in No Contest per l'intervento della nuova stable femminile. Bianca Belair interviene ed ottiene un match contro Iyo Sky.

 

- Ciampa sconfigge Dolph Ziggler e Chad Gable nella semifinale per l'assegnazione del ruolo di #1 Contender al titolo US

 

- Bianca Belair vs Iyo Sky finisce in No Contest per l'intervento di Dakota Kai, Bayley, Asuka ed Alexa Bliss. Il tutto sfocia in una rissa.

 

- Ciampa sconfigge AJ Styles, grazie all'aiuto di The Miz, e diventa #1 Contender al Titolo US.

 

- The Usos sconfiggono Rey e Dominik Mysterio, conservando gli Undisputed Tag Team Titles.

Al termine del match intervengono quelli del Judgmet Day contro i Mysterios, Edge aiuta i due wrestlers latini, ma colpisce per sbaglio Dominik, lasciando l'ultima parola alla stable di Finn Balor.