NXT

NXT: Primi, grandi, passi verso TakeOver 36

NXT: Primi, grandi, passi verso TakeOver 36

Grandi accadimenti questa settimana.

NXT Pubblicato in data 29/07/2021 da Roberto Rotonda

Bentornati con il classico appuntamento settimanale dedicato a NXT.
Comincia con il botto la costruzione di NXT TakeOver 36, che in questa puntata regala tre momenti incredibili che riguardano i due titoli singoli più importanti, NXT Championship e NXT Women’s Championship e la saga Cole-O’Reilly che pare destinata al terzo e molto probabilmente suo ultimo atto.

 

Sempre buoni i vari segmenti volti a proseguire le diverse storyline. E così abbiamo LA Knight e Cameron Grimes sul campo da golf che, in maniera direi comica, interagiscono anche con i Grizzled Young Veterans e si rivede pure Ted DiBiase.
Mentre Indi Hartwell propone ai Garganos una sfida nella quale se il suo amato Dexter Lumis batterà Johnny Wrestling, lui e Candice LeRae dovranno dargli una chance. Il che con Theory (non pervenuto) che pare pronto al ritorno nel main roster, potrebbe aprire anche a Lumis che entra nella The Way, vediamo la settimana prossima che succede.
Roderick Strong invece annuncia la sfida con Bobby Fish, senza tralasciare l’intenzione di sfidare Kushida per il titolo dei pesi leggeri.

 

Per quanto riguarda i match, al solito non si resta delusi dal lottato, per il booking un po’ invece sì a questo giro, infatti su cinque incontri disputati, tre vengono risolti grazie a una distrazione.
Pete Dunne & Oney Lorcan riescono a sconfiggere Tommaso Ciampa & Timothy Thatcher grazie al ritorno a sorpresa di Ridge Holland che fa distrarre Ciampa & Thacther, che subiscono anche un bel pestaggio a fine match.

 

È invece Robert Stone a far perdere accidentalmente Franky Monet & Jessi Kamea contro Kayden Carter & Kacy Catanzaro. Sviluppi improntati sempre più verso la separazione totale dal leader del Robert Stone Brand. Mentre il risultato fa avanzare le KCs che a mio avviso meriterebbero una chance ai titoli di Io Shirai & Zoey Stark, che stanno lavorando per aumentare la chimica.

 

La Imperium (Fabian Aichner & Marcel Barthel) approfitta dell’assist dei Legado del Fantasma per battere la Hit Row (Top Dolla & Ashante Adonis). La rivalità continua e si va verso la sfida per il titolo nordamericano tra il Campione Isaiah “Swerve” Scott e Santos Escobar.

 

Gli incontri finiti senza distrazioni o interferenze sono solo due. Uno è quello del Breakout Tournament dove Carmelo Hayes elimina Josh Briggs dopo un match davvero bello e dal buon minutaggio TV.

 

L’altro è il Main Event dove Bronson Reed e Adam Cole danno vita a una sfida avvincente che il più longevo NXT Champion della storia alla fine porta a casa. Un Cole che durante la puntata aveva stuzzicato Kyle O’Reilly, arrivato nel post match alle spalle, munito inoltre di sedia, per attaccare Cole che subisce una bella ripassata.

 

E questo è solo uno dei tre momenti che vanno in chiave di definizione della card di TakeOver 36. D’altronde lo avevo già detto, e non solo per tali sviluppi come potrete vedere di seguito, a proposito di questi due dopo il loro match di Great American Bash: “Il terzo, e forse ultimo, capitolo di questa saga ci sarà sicuramente e a questo punto mi auguro si proceda con la sfida tra i due in un TakeOver realizzato davanti a migliaia di spettatori, come ai vecchi tempi.”

 

Oltre a questo sette giorni fa avevo detto anche ciò: “l’annuncio di TakeOver 36, Kross sempre più verso RAW. Dai, possiamo dirlo?  Samoa Joe prossimo NXT Champion.” cosa che diventa realtà quando Samoa Joe prima mostra il documento che lo svincola dal ruolo di enforcer, poi esibisce a Regal il suo contratto da lottatore attivo del roster di NXT e in ultimo appone la firma sul contratto del match per il titolo di NXT Champion contro Karrion Kross a TakeOver 36. Il Campione oggi non era presente, ma di sicuro anche il suo autografo non mancherà. Lo riscrivo? Ma sì dai, Samoa Joe prossimo NXT Champion.

 

In passato inoltre, e chi ci legge con regolarità forse se lo ricorda, avevo anche ipotizzato il tradimento di Dakota Kai ai danni di Raquel Gonzalez a un certo punto. E pure ciò è successo in questo episodio. Con il pubblico inoltre tutto a favore di Kai, non mi è parso un suo face turn, anzi. E non credo che si andrà in quel senso con Gonzalez, lo troverei sicuramente strano. Ma il favore del pubblico, potrebbe comunque pian piano, in vista proprio di TakeOver 36, riportare Kai sul binario dei buoni, dove ha già mostrato di saper viaggiare alla grande. Non penso a una sua vittoria del titolo, anche perché come detto proprio da lei, Gonzalez ha sconfitto nomi come Io Shirai, Rhea Ripley o Ember Moon, però se il management vuole, può scavalcare tutto questo dando alla neozelandese una vittoria che la collocherebbe forse sullo stesso piano delle cui sopra. Sicuramente dopo le recenti avversarie e i recenti feud non proprio esaltanti, questo con Kai ha tutto il necessario per narrare una storia che potrebbe essere una delle più avvincenti degli ultimi tempi.

 

Beh che posso dire, Triple H assumimi!

 

Ora, battute a parte, TakeOver 36 già così è uno show da non perdere. E chissà che non ci sarà qualche piacevole sorpresa.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.



Fight Planet Italia

NXT Pubblicato in data 09/09/2021

NXT: Lavori in corso

Gran bella puntata questa settimana.

Bentornati con il classico appuntamento settimanale dedicato a NXT.
Ultimo episodio di NXT nella versione Black&Gold che dalla settimana prossima ci abbandonerà a favore della versione più colorata e tutta “nuova”. In realtà già da questa settimana si è testimoni di un assaggio di quel che sarà, pur restando con i soliti punti fermi a caratterizzare le varie storie ancora in piedi. Nonostante tutto quello che sta succedendo, comunque, NXT riesce a tirar su una più che valida puntata. Dove sono diverse le novità, in materia di nuovi accadimenti, che riguarderanno anche il futuro del brand.

 

In quest’ottica rientra perfettamente la vittoria di Kay Lee Ray su Ember Moon. Laddove la scozzese è di sicuro uno dei nuovi nomi di punta che caratterizzeranno il futuro prossimo di NXT. Match davvero molto bello tra le due, che inoltre ci ha lasciato una Moon desiderosa di uscire da questa spirale negativa. Invitandoci a rimanere sintonizzati perché intenzionata, e sa come farlo, a tornare a brillare come in passato. È di certo interessante veder come saranno utilizzate nel nuovo corso di NXT, che comunque ha in entrambe due top players di alto livello.

 

Futuro che inoltre è tutto dalla parte di un Carmelo Hayes (vincitore del Breakout Tournament) che convince sempre di più. Arriva la sconfitta con Santos Escobar, ma arriva solo grazie alle interferenze del resto dei Legado del Fantasma. Con i due storici partner a distrarre l’arbitro e la neo affiliata Elektra Lopez a mettere fuori gioco Hayes fuori dal ring. Sconfitta che protegge bene Hayes e fa rimanere intatto il ruolo di heel del messicano, dando lustro maggiore alla figura femminile di Lopez che anche in chiave prossima dunque, attraverso questa costruzione potrebbe arrivare a occupare uno spazio importante all’interno della categoria femminile.

 

Newcomers e futuro, un binomio che viene portato avanti anche nel debutto dei nuovi membri della Diamond Mine, i Creed Brothers (Brutus & Julius Creed) che hanno la meglio nello squash match devastante contro Chuckie Viola e Paxton Averill. Benché il buon Roderick Strong rientri nel cerchio delle figure da mettere indietro nel nuovo NXT, usato come leader di una fazione di nuovi talenti, può risultare ancora un elemento fondamentale dello show, anche perché coadiuvato dalla presenza di Malcolm Bivens a sopperire alla poca dimestichezza al microfono di Strong. Che comunque voglio vedere pur sempre protagonista sul ring, e credo che lo sarà ancora, salvo altri licenziamenti di massa o presunte chiamate nel main roster.

 

Dove invece penso sarà chiamata presto Io Shirai. Seppure al momento sta trovando il giusto ruolo nella storyline che la vede far coppia con Zoey Stark senza però fidarsi troppo della partner, che invece prova in tutti i modi a costruire, senza successo, una sorta di solida amicizia. Le due da campionesse di coppia, si confermano tali dopo un’altra bellissima sfida contro Kayden Carter & Kacy Catanzaro, dove quest’ultime sono andate molto vicino a vincere. Shirai non aveva molto di più da chiedere al suo stint a NXT. E i titoli di coppia, specie nel modo in cui sta andando avanti la narrativa, al momento sembrano la giusta dimensione. Ma poi? Ecco che, visto anche i molti nuovi nomi aggiunti nella divisione femminile, potrebbe ricevere la famigerata “Chiamata”.

 

Comunque in realtà auspicavo la vittoria delle KCs, penso meriterebbero gli allori, visto l’impegno profuso per trovare l’alchimia (cosa riuscita al meglio) e anche aver lavorato tanto per costruire una solidità come tag team che, vuoi appunto per la chimica, vuoi per il tag team moveset che hanno ampliato e migliorato di settimana in settimana, vuoi soprattutto perché sono rimaste il più longevo tag team femminile dello show, a mio avviso meriterebbero di esserne le rappresentanti con le cinture alla vita.

 

Ma per ora non sembrano essere loro le sfidanti, anche perché perdendo è logico un passo indietro nelle gerarchie. Nel post match infatti, è il trio Mandy Rose, Gigi Dolin & Jacy Jane a attaccare le campionesse di coppia. Dandoci quindi più che un indizio in merito. Anche se non è da escludere l’aggiunta di Sarray con le NXT Tag Team Champions per fare un bel 3-on-3 a squadre.

 

Episodio che a livello femminile vede anche il debutto sul ring di Mei Ying, che tiene fede al personaggio in uno squash match dominato contro Virgina Ferry. Un character del genere va raccontato e gestito in un certo modo, per non renderlo ridicolo. Quindi la curiosità, per vedere se seguiranno altri incontri e come saranno sviluppati di volta in volta anche a secondo del valore delle avversarie che deve gioco forza salire, c’è tutta e questo è un bene.

 

C’è l’annuncio ufficiale del Women’s Championship Match per la prossima settimana tra la Campionessa Raquel Gonzalez e Franky Monet e chissà se nell’episodio che apre al nuovo inizio, si potrà aprire una pagina nuova anche per il titolo femminile. Sicuramente uno dei momenti più attesi dell’episodio sarà (è) il matrimonio degli In-Dex, che prosegue in questa puntata con Johnny Gargano che finalmente approva Dexter Lumis. Dinamica del tutto inattesa che comunque siamo sicuri regalerà qualche altro spunto per scombinare il matrimonio. Insomma parliamo di matrimoni della WWE, sarà un disastro!

 

Non regala tante sorprese il Main Event. Gli MSK si confermano Tag Team Champions contro Oney Lorcan & Danny Burch. E ciò mi fa molto piacere, in quanto penso siano perfetti per aprire questo nuovo capitolo del brand, dove entrano da campioni di coppia confermandosi come uno dei migliori team non solo all’interno della fed di Stamford. Anche se il pestaggio di Ridge Holland & Pete Dunne contro i loro oramai ex partner, potrebbe logicamente portare a una situazione dove i due vorranno dimostrare di essere migliori, mettendo fine magari al regno di Wes Lee & Nash Carter. Ma c’è da considerare il contratto in scadenza di Dunne e tutto il mistero che c’è attorno, almeno al momento in cui scrivo.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.


Fight Planet Italia

NXT Pubblicato in data 02/09/2021

NXT: Cantiere aperto

NXT tra presente e futuro.

Bentornati con il classico appuntamento settimanale dedicato a NXT.
Show in cerca di assestamento dopo queste settimane brusche e concitate. Che tra voci di vario genere, licenziamenti e cambiamenti all’orizzonte, di certo non hanno aiutato a realizzare un prodotto in serenità. Sembra tutto essere incerto e anche lo spettacolo a dire il vero un po’ ne risente.

 

Ma d’altronde non può essere altrimenti, visto che se sei una ex stella delle indy o di altre compagnie, se hai 30 anni o più e se sei piccoletto/a due domande sul tuo futuro e su ciò che eventualmente sarà, te le fai, e anche giustamente. Che poi, analizzando bene il roster, i profili degli atleti/e sotto contratto sono quasi tutti rientranti nei “requisiti” di cui sopra. E non deve essere piacevole vivere questa situazione.

 

Però The Show Must Go On.

 

Uno show che in realtà nonostante le problematiche legate al discorso fatto pocanzi, ci dà di che parlare. Mandy Rose è impegnata nel match contro Sarray, che la bionda perde per count-out dopo un letale dropkick della giapponese. Sono le due alleate, Gigi Dolin e Jacy Jane, a portare Rose nel backstage. Dove poi più tardi colpiranno la nipponica, rea di aver deturpato il bel volto della loro leader. La stable sembra funzionare, anche se bisogna aspettare un po’ per vedere una trama più avvincente che magari risalti al meglio soprattutto le qualità delle due giovani wrestler, Dolin e Jane, su cui mi auguro sia imbastito il tutto.

 

Scontata la vittoria di Raquel Gonzalez contro Jessi Kamea. Match un tantino legnoso, dove a mio avviso è emersa tutta la differenza che c’è al momento tra le due. Non è un male, ricordo bene Gonzalez agli esordi, oggi è un’altra cosa. Anche Kamea col tempo potrebbe arrivarci. Ma tanto per ora gli compete il ruolo di spalla di Franky Monet, la WWEraLoca è senza dubbio una delle migliori wrestler al mondo e costruire un feud con la NXT Women’s Champion sarebbe di certo una mossa vincente. Lo stare down sul ring tra le due a fine match apre a questa possibile soluzione. Monet potrebbe benissimo essere protagonista a RAW o SmackDown, tenerla a NXT senza coinvolgerla nel giro del titolo è uno spreco.

 

Non lo è affatto la rivalità che si è aperta tra Kay Lee Ray e Ember Moon, a proposito di wrestler tra le migliori al mondo.

 

Ilja Dragunov saluta il pubblico americano (per tornare in UK) tra l’apprezzamento generale della folla. Ma ci tiene a far sapere che è solo un arrivederci.

 

La vittoria di Kyle O’Reilly con Duke Hudson dà poco alla serata. Risultato fin troppo prevedibile, anche se i due hanno offerto una buona contesa e Hudson ne è uscito comunque bene.
Discorso simile lo si può fare anche per la vittoria di Roderick Strong contro Ikemen Jiro.

 

E prevedibile anche la vittoria della Imperium (Aichner & Barthel) sulla nuova coppia Drake Maverick & Grayson Waller. Quest’ultimo fa il fenomeno prendendosi il classico tag non richiesto, segue dunque la proverbiale altrettanto classica sconfitta. Riempitivo a cui resta da capire se si darà seguito.

 

Più avvincete il match tra Johnny Gargano e LA Knight. Johnny Wrestling ha al suo angolo gli In-Dex (Hartwell & Lumis), che saranno la causa, o meglio lo sarà Dexter Lumis, della sua sconfitta. Situazione che continua a essere un bel momento all’interno di NXT, che continuerà fino alla data del 14 settembre, dove Hartwell & Lumis si sposeranno. Ne vedremo delle belle.

 

Nel Main Event un solido e intenso scontro tra Ridge Holland e Tommaso Ciampa. Nonostante ci fossero tutte le premesse per una vittoria di Holland, anche perché accompagnato da Pete Dunne, Oney Lorcan & Danny Burch, Ciampa alla fine riesce a spuntarla, vendicando Thatcher. Un risultato che tiene aperta la rivalità e che si arricchisce con l’aggiunta degli NXT Tag Team Champions MSK (Wes Lee & Nash Carter) che a fine incontro arrivano a salvare il Blackheart dall’attacco dei rivali. MSK che avevano avuto l’ok da Regal per garantire a Lorcan & Burch un match per i titoli che non hanno mai perso. Infatti li resero vacanti a seguito dell’infortunio del britannico.

 

In attesa di capire chi può essere coinvolto contro Samoa Joe, il Black & Gold Brand rimane un Cantiere Aperto dove davvero quello che può succedere dall’oggi al domani può cambiare e stravolgere tutto.

 

Mi permetto di dire anche che se Vince McMahon metterà personalmente mano, magari anche stravolgendone del tutto il formato, alla produzione del brand, bisogna che ci mettiamo l’anima in pace perché vedremo più che altro arrivare gente non del tutto legata al wrestling (niente o pochissimi ex indy, ex Impact e ex via dicendo). E forse, visto che comunque soprattutto negli ultimi anni si fa fatica a vedere chi arriva da NXT brillare nel main roster, salvo poche eccezioni, è un cambiamento che può soltanto far bene.

 

Magari una Taya Valkyrie, un Samoa Joe, una Io Shirai, un Shinsuke Nakamura o un Prince Devitt, non “perderanno” tempo nel terzo show della compagnia, ma saranno contrattati eventualmente come stelle di prima fascia per gli show di prima fascia.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.


Fight Planet Italia

NXT Pubblicato in data 23/08/2021

NXT: TakeOver 36

Ci restano le certezze delle millanta incognite.

NXT TakeOver 36 partiva con una solida costruzione, e ci ha regalato tanto bel wrestling come ci aspettavamo. È mancato però il fattore imprevedibilità che ha tolto tanto alle emozioni, così come i conseguenti risultati fin troppo prevedibili. Inoltre il contorno del Capitol Wrestling Center non ha aiutato a dare quel colpo d’occhio del grande evento, è sembrata più una puntata settimanale con maggiore qualità e dalla più lunga durata. Restano le incognite sul futuro dettate dalle recenti voci.

 

E così Cameron Grimes sconfigge LA Knight laureandosi nuovo Million Dollar Champion in un incontro ben lottato che ha avuto anche la decisiva interferenza di Ted DiBiase.
Raquel Gonzalez si conferma campionessa contro Dakota Kai. A cui segue forse l’unico momento inatteso della serata, quando è Kay Lee Ray a palesarsi sullo stage a fine match, a suggerire così il prossimo feud per il titolo femminile. Kai per tutto quello che ha dato in questi anni, mi auguro possa avere la cintura in futuro, sempre se non passa nel main. O se non la licenziano.

 

Arriva anche la vittoria di Ilja Dragunov contro WALTER, che così perde lo UK Championship dopo 870 giorni di regno. Match top davvero. Investitura importante per il Mad Russian, a cui tocca il compito di succedere a uno dei regni più longevi dell’era moderna. Per il Ring General invece, è un avversario credibile ovunque e contro chiunque, basta non sbagliargli il booking.

 

La saga rinominata The Undisputed Finale tra Adam Cole e Kyle O’Reilly si chiude sul 1-2 per quest’ultimo che nella partita finale fa addirittura cedere il rivale. La curiosità più del risultato in sé, che comunque può proiettare O’Reilly ancora un gradino più su, è logicamente sull’auto proclamatosi Più grande NXT Superstar di sempre e sul suo futuro. È stato l’ultimo match di Adam Cole in WWE? Lo scopriremo presto, in quanto da completo free agent Cole può andare dove vuole senza attendere i tempi della clausola di non competizione. È ancora giovane e, sinceramente, mi piacerebbe vedere cosa avrebbero in serbo per lui nel Main Roster. A me sembra avere qualcosa in più di altri suoi colleghi, lo vedo molto vicino a un percorso simile a quello di Rollins per dire. Magari in AEW può andarci fra 2-3 anni. Vediamo cosa decide, dagli USA arrivano voci in contrasto, chissà. Certo dovesse accasarsi subito in AEW, non si scandalizza nessuno. Nel caso ci ha regalato comunque 4 anni fantastici e lo ringraziamo.

 

Ha chiuso l’evento la vittoria di Samoa Joe contro Karrion Kross. Joe diventa il primo nella storia di NXT a vincere per tre volte l’NXT Championship. Match breve ma intenso, vittoria via Muscle Buster. Sicuramente bello rivedere la Samoan Submission Machine sul ring dopo tutto questo tempo. Nelle sue mani NXT sta bene di sicuro. Peccato aver mandato Kross a RAW, peccato averlo privato di Scarlett, peccato la gestione scriteriata delle ultime settimane dove tra NXT e RAW il suo personaggio ha via via smarrito l’appeal. Almeno ha perso da una leggenda e uno dei migliori della sua generazione e non solo.

 

È evidente come i rumors recenti abbiano influenzato in qualche modo l’evento. NXT ha “rattoppato” ottimamente offrendo un ottimo lottato per tutti gli incontri disputati, seppur lo ripeto carente per emozioni e imprevedibilità.

 

Ci restano le certezze delle millanta incognite.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.