NXT

NXT: 2.0, ma non sembra un upgrade

NXT: 2.0, ma non sembra un upgrade

Un nuovo Campione e più di una stonatura.

NXT Pubblicato in data 16/09/2021 da Roberto Rotonda

Bentornati con il classico appuntamento settimanale dedicato a NXT.
Comincia il nuovo corso di NXT. E comincia con un chiaroscuro d’autore, che lascia tanti ma e che trova alcune stonature che denotano mal gestione del cambiamento e la troppa fretta di voler mescolare le carte, rovinando alcuni scenari, mandando anche in difficoltà lo spettatore. Che si è trovato davanti molti volti nuovi, senza però avere una benché minima spiegazione antecedente alla loro presenza.

 

La migliore presentazione dei nuovi è stata fatta per Bron Breakker, che nell’opener ha sconfitto LA Knight. Risultato che ha tolto hype al match per l’NXT Championship, scaduto nel ridicolo quando Pete Dunne e Ridge Holland hanno messo fuori gioco Kyle O’Reilly nel backstage. Il quale posto nel match a quattro, è stato preso dal suo soccorritore Von Wagner. Diciamoci la verità, se Breakker (figlio di Rick Steiner e quindi nipote di Scott Steiner) è sembrato da subito un buon cavallo su cui puntare, Wagner sembrava davvero l’avessero trovato per caso all’ultimo minuto, gli hanno fatto mettere un anonimo ring attire e gli han detto “Toh, ci serve un bestione, sali sul ring per piacere e va a giocarti un match per il titolo”. A vincere, e tornare NXT Champion, è Tommaso Ciampa. Che nel finale di puntata ha un confronto amichevole proprio con Brekker, che ripeto sembra il nuovo nome su cui punta molto la nuova produzione. E mi sarei aspettato venisse scelto, aveva pur sempre sconfitto la Million Dollar Megastar, come sostituto di O’Reilly. Bah.

 

A mio avviso molta la confusione, Carmelo Hayes introduce Trick Williams, con i due che poi attaccano Drake Hudson. Segmento davvero brutto, che non dà nessuna miglioria a nessuno. Così come la vittoria di Ridge Holland su Drake Maverick. Si fa anche fatica a capire, Maverick un giorno è a RAW a fare il nulla, l’altro è a NXT a fare il jobber, decidetevi.

 

Sorvoliamo sulle vittorie dei Creed Brothers su due poveri malcapitati di turno, e anche sulla Imperium (Fabian Aichner & Marcel Barthel) su Josh Briggs & Brooks Jensen. Più che lo spazio riempitivo, niente. Anche se per i due ragazzi della Diamond Mine c’è stata occasione di presentare la nuova aggiunta alla fazione, Ivy Nile. Ragazza minuta ma molto scultorea, vediamo come se la cava. Fa ritorno anche Kushida per sancire, finalmente, il match tra lui e Roderick Strong con l’NXT Cruiserweight Championship in palio la settimana prossima.

 

Cancellato l’NXT Women’s Champioship Match tra Raquel Gonzalez e Franky Monet, che bella la produzione con la mano degli uomini fidati di Vinnie Mac, dei Super Geni Proprio Super Geniacci.

 

Di buono ci sono alcune trame che continuano più che bene. Quella tra Hit Row e Legado del Fantasma, che prosegue con l’esordio di B-Fab sul quadrato, dove ha la meglio su Katrina Cortez. E nel post match, la risposta di Elektra Lopez. Che porta al confronto tra i due gruppi. Dove in questo caso c’è una dinamica, la completezza totale, a suggerire più di un intreccio, con varie stipulazioni e incontri, dai tag team, ai singoli maschili e/o femminili, al mixed tag team o alla sfida tra fazioni al completo. Insomma tutti gli ingredienti per non solo consolidare quanto di buono fatto con queste due stable, ma costruire ancora una rivalità lunga e aspra.

 

Altra trama positiva è quella delle Toxic Attraction, che ha visto un cambio netto, un taglio col passato deciso, della leader Mandy Rose. La nostra non solo si è fatta bruna, ma abbandonando la chioma bionda, si è lasciata alle spalle anche l’attitudine più da Femme Fatale che abbiamo visto nel main roster, per presentarsi più cazzuta e concentrata anche sulle prestazioni sul ring. Laddove con Gigi Dolin & Jacy Jane sembra aver trovato le partner ideali per cominciare questo nuovo percorso, che nella crescita e nel progetto di NXT 2.0 la vuole grande protagonista. Arriva anche la vittoria contro Kacy Catanzaro, Kayden Carter e Sarray, in un match davvero molto piacevole.

 

Ma l’evento più atteso forse era il matrimonio tra Indi Hartwell e Dexter Lumis. E lo dico subito, è stato freddo, appena divertente, ma non ha aggiunto nulla a una solida costruzione durata mesi e mesi. I due hanno detto sì, ma davvero non è successo niente di particolare, non un suggerimento, non un disturbo, appena qualche episodio strappa sorriso e stop.

 

Ripeto quanto detto all’inizio, troppa fretta di voler mescolare le carte, molte stonature. Non bastano i migliori ascolti da aprile, al momento NXT nella nuova versione è uno show in fase embrionale, che andava costruito con più criterio. Cosa fatta a metà, anche maluccio, nelle settimane precedenti a questa.

 

Ma il punto di domanda più grande, personalmente, me lo faccio su come sarà. Niente più TakeOver a tema, come a esempio i WarGames, Halloween Havoc e simili? Sono stati più di semplici TakeOver, hanno caratterizzato una epoca d’oro per il brand. Epoca che sembra essere già solo un mero ricordo.
Mi auguro non sia così.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.



Fight Planet Italia

NXT Pubblicato in data 07/10/2021

NXT: Solidità e Halloween Havoc, un bel mix

NXT 2.0 continua il suo percorso evolutivo.

Dopo qualche settimana di assestamento, finalmente NXT ritrova una certa solidità strutturale nella sua programmazione. Piacevole l’annuncio di Halloween Havoc, che dunque risponde ai dubbi posti in merito alla scelta fatta di cambiare in corso il brand. Rimangono questi eventi speciali che hanno caratterizzato lo show, e di certo è un bene. Gestita bene anche la situazione del draft che, proprio con Halloween Havoc (forse anche prima) chiuderà il capitolo dei vari protagonisti draftati nel main roster.

 

Dunque alcune faide purtroppo perdono interesse. E sì, mi riferisco soprattutto alla sfida tra Isaiah “Swerve” Scott e Santos Escobar per l’NXT North American Championship. Dove con la Hit Row passata a SmackDown lo switch del titolo a favore del messicano è inevitabile.

 

Così come l’ascesa delle Toxic Attraction, che in questa putata passa dall’importante vittoria di Mandy Rose contro Ember Moon, al segmento nel quale le tre provano a fronteggiare Raquel Gonzalez. La Women’s Champion, in svantaggio numerico, viene raggiunta da Io Shirai & Zoey Stark e il tutto si chiude con un rinvio a data prossima. Rose vuole il titolo singolo, Dolin & Jane quelli di coppia, magari un 3-on-3 a squadre con tutte le cinture in palio può essere interessante. Come lo è la situazione di Moon, a cui serve un cambio di rotta repentino, per tornare a avere un ruolo importante e uscire dalla situazione di perdente.

 

Situazione simile a quella di Franky Monet. Dopo aver perso il title match una settimana fa, la nostra è arrabbiata e attacca l’avversaria designata di Cora Jade prendendone il posto. Nonostante venga a galla l’esperienza e Monet domini in lungo e in largo, il più classico dei reversal gli vale una sconfitta. Esordio vincente per Jade, il che da più giovane del roster fa tanto, soprattutto considerando il valore e la grandezza della rivale.

 

Vince anche Indi Hartwell contro Mei Ying, grazie all’aiuto di Persia Pirotta. Le due amiche sembrano virare verso i titoli di coppia. Però per essere una situazione costruita nel mid-card, penso che contrapporre due characters come Ying e Dexter Lumis (assente a questo giro) potrebbe regalare qualche bel creepy moment da consegnare agli archivi.

 

Ufficiale l’NXT Championship Match tra Tommaso Ciampa e Bron Breakker, che si sono scontrati in un più o meno amichevole faccia a faccia, che si terrà a Halloween Havoc.

 

Debutta Tony D’Angelo, e lo fa con una vittoria un po’ scorretta e molto sofferta contro Malik Blade. Insomma, la gimmick dell’italo-americano con la canottiera, la gestualità folcloristica e stereotipata all’estremo, la spocchia del mafiosetto borghesuccio di quartiere e la classica caratteristica dell’imbroglio, nel 2021 a chi desta stupore? Ma la WWE come fa a scrivere certi personaggi, ma davvero siamo ancora a questo?

 

Joe Gacy sconfigge Ikemen Jiro, con il primo che continua con questa evoluzione narrativa del personaggio che vedremo dove porterà. Intanto per ora ha in testa Ciampa.
Successo per LA Knight contro Odssey Jones, arrivato per via della distrazione causata da Andre Chase. Bello il match tra Pete Dunne e Cameron Grimes, con l’inglese vittorioso. Altra interferenza di Kyle O’Reilly a cui fa da supporto Von Wagner.

 

Chiude la serata il Main Event dove, dopo uno spettacolare Tag Team Championships Elimination Match, gli MSK rimangono campioni dopo aver sconfitto Carmelo Hayes & Trick Williams, i Grizzled Young Veterans e Josh Briggs & Brooks Jensen. Dopo il match gli Imperium attaccano Lee & Carter. Insomma, NXT qui secondo me ha voluto dire al mondo “Hey, guardate che la nostra divisione non è meno importante e spettacolare delle altre” dando lustro a tutte le coppie coinvolte nell’incontro e anche a Aichner & Barthel, ritornati con intenti chiarissimi.

 

Partiti con il botto vincendo la Dusty Cup, gli attuali campioni hanno costruito poi un regno solido, condito sempre da match di ottimo livello. Hanno le cinture da aprile, e ciò è notevole e li pone in cima alla lista dei migliori team dell’intera compagnia oltre che ovviamente tra i migliori di sempre a NXT. Ma è anche forse un segnale della poca considerazione o fiducia negli altri team. Con 2.0 in piena evoluzione e con Halloween Havoc alle porte, che sia questo il momento di cambiare padroni alle cinture?

 

Vedremo, ma intanto è certo che dal 26 ottobre in poi, c’è il margine per un cambio definitivo di tutti gli scenari in corso.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.


Fight Planet Italia

NXT Pubblicato in data 30/09/2021

NXT: Intenzioni Tossiche

Sempre più lineare e logico questo 2.0

Bentornati con il classico appuntamento settimanale dedicato a NXT.
Il brand 2.0 incentra questa settimana in particolar modo sulle ragazze. Scelta che si conferma azzeccata specialmente per quanto riguarda i due match femminili titolati. Per il resto continua il mixaggio tra vecchi e nuovi, basato soprattutto sul cercare di mandare quanto più possibile over quest’ultimi.

 

Lo vediamo nella vittoria di Xyon Quinn contro Oney Lorcan, che è simbolica in questo senso. Ma anche dalla rissa tag team che vede gli MSK “minacciati” dai soliti Grizzled Young Veterans e anche dalle coppie recenti formatesi, Carmelo Hayes & Trick Williams e Josh Briggs & Brooks Jensen. I Campioni escono comunque positivamente dal segmento.

 

Non esce bene invece Andre Chase dal suo match, perso contro Boa, che sfrutta l’assist smoke/mist di Mei Ying. Chase è un bel wrestler, purtroppo questa gimmick di rettore universitario del wrestling, se così mi è concessa definirla, la trovo fuori dal contesto attuale e abbastanza eccessiva, anche se lui la interpreta bene.

 

Molto bene anche Grayson Waller. Impegnato nel Cruiserweight Championship Match contro il Campione Roderick Strong, Waller dà saggio delle sue qualità con una prova davvero impressionante. Strong non è da meno, e alla fine porta a casa la vittoria. Ma quello che ci lascia l’incontro, è la certezza che la compagnia ha forse già individuato il prossimo NXT Cruiserweight Champion. Per stile e qualità, non ne sarei stupito.

 

Se c’era una cosa che non mi aveva convinto nella prima puntata di NXT 2.0 era il modo in cui, alla più totale ad minchiam maniera, erano state messe sul ring le nuove stelle. Invece sette giorni fa, e anche oggi, sono rimasto soddisfatto dell’importanza data a tutte loro con i vari segmenti video che ci fanno capire molto dei vari personaggi. In più InDex/Garganos troppo spassosi con la luna di miele. Breakker vs Ciampa sembra sempre più vicino. Piccole cose curate bene e in modo lineare.

 

Chiudiamo la parentesi maschile con la vittoria di Kyle O’Reilly contro Ridge Holland, avvenuta nonostante i disturbi di Pete Dunne. Dopo il match i due britannici attaccano O’Reilly, salvato nuovamente da Von Wagner. Se vedere O’Reilly invischiato ancora con la coppia Dunne/Holland ha la sua logica, quello che impensierisce è intravedere come molto remota la possibilità di vederlo NXT Champion. Il che sinceramente mi dispiace. Ma la federazione deve trovare modo di dare seguito e senso all’aver sconfitto in un feud notevole la più Grande NXT Superstar di Sempre, non può solo essere stato un metodo per far uscire Cole di scena.

 

Ma era la serata delle donne, questa è stata la presentazione della puntata. Che non ha deluso da questo punto di vista.

 

L’opener tra Elektra Lopez e B-Fab non è stato granché e ha mostrato, nonostante la stipulazione No DQ, tutte le evidenti carenze della componente degli Hit Row. Netta la differenza tra lei e la ragazza dei Legado del Fantasma, a cui viene concessa giustamente la vittoria. Il feud tra le due fazioni continua.

 

Molto bello l’NXT Women’s Tag Team Championships Match tra Io Shirai & Zoey Stark contro Gigi Dolin & Jacy Jane. Le due ragazze della Toxic Attraction sfruttano molto bene l’occasione, confermandosi due valide wrestler, anche con una buona chimica tra loro. Le Campionesse, sempre molto spettacolari oltreché una garanzia, sono ancora qualche gradino più su, dunque la sconfitta al primo match titolato non sorprende. Ma davvero la scelta della compagnia di puntare su loro due, profili giovani ma già con la buona esperienza alle spalle, sembra sacrosanta.

 

E trova conferme anche dopo il Main Event. Il match breve ma intenso tra Franky Monet e Raquel Gonzalez. Dove la NXT Women’s Champion è in difficoltà (forse come mai visto prima) per quasi tutto l’incontro, e a cui una sola ma efficace Chingona Bomb basta e avanza per difendere con successo il titolo. Anche se vedere La Wera Loca senza cintura, e a questo giro visto lo sviluppo del match ammetto che ci ho creduto, un po’ stona con la sua grandezza pre-WWE. Però, mai dire mai.

 

Le Toxic Attraction dunque ritornano sullo stage, prima mettendo fuori gioco Monet, Robert Stone e Jessi Kamea. E poi attaccando insieme Gonzalez, che si difende come può prima di cadere ai piedi delle tre. Con Mandy Rose ad alzare in alto l’NXT Women’s Championship.

 

Intenti chiari per le Toxic Attraction, che potrebbero essere la versione femminile della Undisputed Era. Aspettate con gli insulti, intendo nel senso che con questa narrativa, visto che di settimana in settimana stanno acquisendo sempre più spazio e importanza, vederle contemporaneamente Campionesse femminili (Tag Dolin & Jane, Women’s Champion Rose) non mi sembra uno scenario del tutto impossibile.

 

Di certo lo spazio datogli, lo stanno occupando bene e in modo anche convincente.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.


Fight Planet Italia

NXT Pubblicato in data 23/09/2021

NXT: È così che si aggiusta il tiro

Pochi accorgimenti, ma necessari. NXT 2.0 prende forma.

Bentornati con il classico appuntamento settimanale dedicato a NXT.
A volte ci vuol davvero poco per aggiustare il tiro. E questa settimana NXT lo aggiusta con poche mosse chiare, che però spiegano più adeguatamente i vari nuovi personaggi e risaltano molto meglio il mix tra “vecchio” e “nuovo”.

 

E la domanda sorge spontanea, non si poteva già sette giorni fa utilizzare un buon numero di segmenti video a supporto delle varie nuove Superstar, così da introdurle con chiarezza nella testa dello spettatore, anziché dare in pasto allo stesso un’accozzaglia di cose a caso? Meglio tardi, presto in questo caso, che mai.

 

Episodio che dunque fila via liscio come l’olio cogliendo nel segno tutti i punti trattati. Tommaso Ciampa apre la puntata con un gran bel promo, dove sul ring sono presenti le nuove leve del brand. Che vengono raggiunte dalla vecchia guardia con lo scatenarsi della classica rissa. Che porterà poi all’alleanza tra il Nuovo NXT Champion e Bron Breakker contrapposti a Pete Dunne & Ridge Holland, sono loro il focus del tutto, e saranno anche il Main Event. Che la coppia face vince anche grazie al ritorno di Kyle O’Reilly a bloccare Holland e i suoi intenti scorretti. Con Breakker stanno facendo un buon percorso, è chiaro come il sole sia lui il prescelto per essere il primo dei “nuovi” a diventare NXT Champion, e sembra avere tutto ciò che serve per esserlo. Certo, poi c’è sempre Pete Dunne che pare abbia rinnovato con la WWE, e sinceramente vederlo Campione magari dopo il figlio/nipote degli Steiner Brothers sarebbe alquanto strano, però gli indizi che ci hanno dato queste due settimane sono chiari e vanno tutti in direzione Bron Breakker.

 

Saluta il titolo Kushida, che si vede sconfitto da Roderick Strong, grazie alle interferenze della Diamond Mine. Sono rimasto molto soddisfatto in primis dal match in sé come lottato, dal fatto del voler dare importanza a Ivy Nile che mette KO l’oramai ex NXT Cruiserweight Champion, di dare un titolo dopo mesi di nulla a uno Strong sempre pronto a fare ciò che deve con maestria, e creare subito un nuovo ostacolo in Grayson Waller. Che è arrivato a fine incontro, per richiedere di affrontare il nuovo Campione. Insomma i nuovi ci sono e vogliono emergere.

 

Ed è chiaro anche dagli altri incontri. Dalla vittoria di Cameron Grimes su Joe Gacy, con quest’ultimo che sta cambiando pian piano il suo personaggio. O al debutto vincente di Dante Chen contro Trey Baxter. A poco a poco le nuove facce si prendono il loro spazio.
Non è una faccia nuova Odissey Jones, che domina contro due malcapitati di turno, solo per continuare la rivalità con Andre Chase.

 

Possiamo tralasciare la vittoria squash di Kay Lee Ray su Amari Miller. Così come quella di Elektra Lopez su Anna Scheer, in questo caso più utile a proseguire il feud tra Legado del Fantasma e Hit Row, con lo scontro fisico tra le due donne dei gruppi. La settimana prossima le due ragazze si scontreranno in un NO DQ Match, e sembra la scelta migliore visto che, soprattutto B-Fab, nel suo match dello scorso episodio è sembrata in difficoltà.

 

Altra settimana in cui le Toxic Attraction hanno spazio importante con un buon promo, lanciando la sfida alle NXT Women’s Tag Team Champions, accolta prontamente da Io Shirai & Zoey Stark. Saranno Gigi Dolin & Jacy Jane le sfidanti, con Mandy Rose che sembra essere molto a suo agio in questo ruolo di chioccia. L’idea di questo trio mi piace, e non è nuova nella storia recete o meno di NXT, vediamo se le tre ragazze saranno in grado di risultare credibili e crescere.

 

Di sicuro in una settimana NXT è già cresciuto, migliorando quel tanto che basta. Riuscendo a far capire meglio a chi guarda chi sono le nuove Superstar e che storia, seppur raccontata brevemente, questi nuovi character hanno. Tutto è sembrato molto più chiaro e logico questa settimana.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.