IMPACT

IMPACT WRESTLING: New Double Champ

IMPACT WRESTLING: New Double Champ

Analisi IMPACT.

IMPACT Pubblicato in data 15/01/2022 da Roberto Rotonda

IMPACT Wrestling ha chiuso il cerchio della Forbidden Door andando a mettere l’ultimo tassello collaborativo, forse anche quello più importante, con la presenza dell’attuale IMPACT Knockouts World Champion Mickie James che prenderà parte alla Royal Rumble e che quindi farà ritorno in WWE come wrestler sotto contratto con IMPACT. Soprattutto lo fa rivestendo il ruolo di Campionessa di un’altra federazione.

 

L’economia di IMPACT non viene comunque intaccata da questa notizia di rilievo e il tutto prosegue normalmente, senza per ora portare a clamorosi e inaspettati colpi di scena a riguardo di questa nuova collaborazione con il Colosso dell’industria che risponde al nome di World Wrestling Entertainment. Al contrario invece, è più d’effetto “l’invasione” della parte marcia della Ring Of Honor con protagonisti Matt Taven, Vincent, PCO, Mike Bennett e Maria Kanellis che sarà il filo conduttore dell’episodio.

 

Nel quale succedono diverse cose molto interessanti. A cominciare appunto dall’attacco dei sopracitati ai danni di D’Lo Brown che è costretto a lasciare la Impact Zone infortunato.

 

La X-Division vede buone nuove all’orizzonte. Con la vittoria di Laredo Kid contro Chris Bey, risultato che ci sta visto che l’affiliato del Bullet Club ha già dato sia come Campione che come contender. È d’obbligo investire anche in nomi diversi, Laredo Kid poi è perfetto per incarnare lo spirito della divisione. Pur restando convinti che questo Trey Miguel perderà il titolo con un avversario, sarei sorpreso del contrario, di più alto spessore. Inoltre oltre al lottatore mascherato, da segnalare anche la vittoria importante di Speedball Mike Bailey nel match con Jake Somehting. Nonostante al momento Spider-Trey sembra essere una spanna superiore a entrambi, andare a profilare nuove figure da contrapporgli e da stabilmente mettere nel giro del titolo è una scelta sacrosanta.

 

Nei riempitivi meno importanti abbiamo le due vittorie squash di Masha Slamovich su Vert Vixen e di JONAH su Raj Singh. È vittoria squash anche per Moose che, rifiutatosi di affrontare W. Morrissey a inizio show, dà l’opportunità invece a Zicky Dice. L’IMPACT World Champion non si cambia nemmeno e vince l’incontro in pochi secondi. Morrissey dunque fa capolino ma Moose riesce a sfuggirgli, il primo dunque scaricherà la rabbia sull’Outlandish e sul povero VSK. Una storia partita mesi fa quando i due hanno deciso di allearsi e che faceva presagire a un futuro feud che ormai è concreto.

 

Nel quadro del World Title resta centrale anche la figura di Josh Alexander che però durante il suo promo, viene interrotto dall’esordio a IMPACT di Charlie Haas. Nonostante l’apparente rispetto iniziale, Alexander non ha intenzione di sfidare l’ex membro del World Greatest Tag Team (ai tempi della WWE con Shelton Benjamin) che così lo colpisce andando dunque a suggerirci che il match si farà quanto prima. Il ruolo del Walking Weapon dopo BFG è stato chiaro, è il JOLLY della compagnia, che serve per introdurre i nuovi nomi importanti o chi si trova a presenziare anche solo per qualche gettone. JONAH e Minoru Suzuki lo testimoniano, Haas ce lo riconferma. Ma il destino è ben chiaro per me, tornerà IMPACT World Champion prima o poi.

 

A livello di incontri chiude la serata il Main Event tra Deonna Purrazzo e Rok-C. Title vs. Title Winner Take All Match con The Virtuosa a difendere i colori della AAA (della quale è Reina de Reinas Champion) e con la rivale a difendere i colori della ROH (è infatti la ROH Women’s World Champion). Incontro davvero molto piacevole, dove entrambe hanno ottimamente figurato e dove la ex Knockouts Champion ha dovuto sfoderare le armi migliori per far cedere l’avversaria. La vittoria di Purrazzo era anche abbastanza facile da pronosticare, vista la storia degli “Invasori ROH”. E infatti subito dopo il match Maria Kanellis è andata faccia a faccia con Purrazzo. Segmento che si è chiuso con l’intervento di Matthew Rehwoldt che finisce per essere pestato da Taven, Bennet, Vincent & PCO. Che ne hanno poi anche per Willie Mack & Rich Swann, dopo che già durante la puntata avevano portato scompiglio nel backstage.

 

Dunque questo è l’epilogo. Una specie di Invasion che prova a smuovere le acque. Si sa che la ROH è in pausa e non se ne conosce il futuro. Costruire una storyline che si basa su una invasione abbastanza a sorpresa quando poi hai pure Rok-C e Jonathan Gresham estranei ai fatti in questione, è un buon modo per mischiare le carte. L’augurio è che non finisca in vacca come la Invasion che fu.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.

 

Vi ricordo che se volete avere il piacere di confrontarvi su ogni tipo di tema riguardante IMPACT Wrestling, potete seguire i nostri amici di IMPACTZone Italia (cliccate sul link a sinistra) su facebook. Mi raccomando iscrivetevi alla loro pagina!



Fight Planet Italia

IMPACT Pubblicato in data 16/04/2022

IMPACT WRESTLING: L a strada verso Rebellion

Analisi dello show settimanale

Il nuovo ruolo di Impact come collante fra i vari "Universi" è un vero toccasana per la disciplina e per lo show stesso. Guardare una puntata settimanale non è solo l'esibizione dei talenti di casa, ma un vero e proprio sguardo grandangolare su tutto il wrestling mondiale.

 

Deonna Purazzo ne è il sunto perfetto: campionessa femminile in AAA ed in ROH, ma sotto contratto con Impact, usa lo show del giovedì per mettere in palio le sue cinture contro sfidanti a caso. Questa settimana ci prova Willow Nightingale, già vista in AEW ed in ROH nell'ultimo mese e le cui capacità e potenzialità sono innegabili. Non sono sufficienti, però, a sconfiggere la Virtuosa, che con la sua Venus of Milo chiude la pratica. State ben certi però, che della Nightingale sentiremo parlare nel prossimo futuro.

 

Bello davvero il match fra Rocky Romero ed il Campione ROH Jonathan Gresham, a mio parere uno dei migliori atleti ad oggi in circolazione nei circuiti non-major. I due danno prova delle loro capacità in un incontro davvero piacevole, che apre la strada allo scontro fra Gresham ed Eddie Edwards a Rebellion.

 

Non mal anche l'incontro tra Alex Shelley e Steve Maclin, più un riempitivo che un vero e proprio tassello di una faida, visto che Maclin è focalizzato su Rebellion, quando affronterà Chris Sabin e Jay White. La vittoria del membro dei MotorCity MachineGuns è un bel momento per uno dei veterani di Impact, ma nulla più.

 

Il Main Event vede PCO affrontare Jonah, con quest'ultimo che ottiene una massiccia vittoria contro il membro degli Honor No More, in mostruosa difficoltà in questa puntata e con una grande necessità di vittorie per aumentare la credibilità. Jonah si conferma un ottimo prospetto per il futuro, sicuramente potrebbe ambire al giro titolato nel prossimo periodo e di certo non sfigurerebbe con la cintura massima alla vita.

 

E parlando di Campioni, a Rebellion avremo il confronto fra Moose e Josh Alexander, ben riepilogato in questa puntata con un ottimo video-promo. L'interesse per questo scontro cresce ogni settimana di più e di certo sarà il piatto forte di uno show che si preannuncia davvero interessante.

 

Altro match in programma, che questa settimana si è costruito solo a parole e poco più, è quello fra il Bullet Club e gli Honor No More. La stable dei reietti della ROH, come già detto nelle scorse analisi, è una delle migliori idee nel recente wrestling business, un espediente perfetto per tenere alto l'interesse su una federazione "in stand-by" in attesa del rilancio definitivo da parte di Tony Khan. Dall'altro lato, il Bullet Club è una certezza, sia in termini di lottato che di star-power. Vedremo a Rebellion come culminerà la loro rivalità

 

Uno show, in sostanza, godibile e molto interessante, frutto anche dell'ottimo lavoro di costruzione e collaborazione che Impact sta affrontando da diversi mesi e che la sta lentamente ma inesorabilmente rialzando da un immeritato periodo di declino.


Fight Planet Italia

IMPACT Pubblicato in data 13/03/2022

IMPACT WRESTLING: Un porto di mare

Messo Sacrifice alle spalle...

Messo Sacrifice alle spalle, davanti a noi si staglia Rebellion ed un nuovo sfidante per l'IMPACT World Champion Moose: il rientrante Josh Alexander brama vendetta dopo i fatti di Bound For Glory ed è desideroso di strappare la cintura dalla vita del Campione, ma sulla sua strada si staglia il gruppo degli Honor No More, capitanato da Eddie Edwards, che in breve si impongono fisicamente sulla "Walking Weapon" sino all'intervento di Rich Swann e Willie Mack a riequilibrare la situazione. Ci pensa Scott d'Amore a sedare gli animi: Swann ed Edwards si affronteranno nel Main Event, mentre Mack e Kenny King lo faranno immediatamente.

Impossibile non avere parole d'apprezzamente sugli Honor No More, bellissimo progetto per tenere in vita la memoria della Ring of Honor, soprattutto adesso che un suo rilancio sotto la guida di Tony Khan appare quantomai prossimo. Il coinvolgimento di IMPACT Wrestling potrebbe prevedere una futura partnership fra le varie federazioni, collegando tutte le porte (inutile ormai chiamarle "dimenticate", sappiamo benissimo dove sono) in un enorme "multiverso".

Gli incontri relativi a questa storyline sono davvero interessanti: Willie Mack ha la meglio su Kenny King al termine di un match coinvolgente e piacevole da vedere, concluso con la 6-Star Frog Splash che vale il conto di tre
Eddie Edwards pareggia il conto fra le due fazioni sconfiggendo Rich Swann nel Main Event della puntata, che si conclude con la stable degli Honor No More trionfante a centro ring. La rivalità fra ROH ed IMPACT è ancora ben lontana dalla conclusione!

 


Si iniziano a delineare anche gli sfidanti all'X-Division Champion Trey Miguel, che difenderà la cintura in un Triple Treath Match a Rebellion. Il primo contendente sarà Ace Austin, che sconfigge Crazzy Steve e John Skyler in un ottimo incontro. IMPACT investe sull'usato sicuro ed un nome che è garanzia di successo, ma sarà sufficiente per detronizzare il Campione?

 

Si complica, invece, la situazione attorno ai titoli di coppia, conquistati dai Violent By Design ai danni dei The Good Brothers. Durante questa puntata i due ex campioni, assieme a Jay White e Chris Bey, chiedono ad Alex Shelley (che a Sacrifice ha sconfitto White, il quale non gli ha stretto la mano a fine match) di entrare a far parte del Bullet Club. Di tutta risposta Shelley chiama un suo vecchio amico: CHRIS SABIN. I MotorCity Machine Gun sono tornati e la prossima settimana sfideranno White e Bey!

Si prospetta, quindi, un nuovo team di sfidanti, dal nome altisonante per gli amanti di IMPACT e che promette di dare spettacolo attorno alle cinture e che rimpolpa il settore Tag, per il quale non ci si può davvero lamentare!

 


La scena femminile si impreziosisce di un grande match la prossima settimana, quando Deonna Purrazzo affronterà Gisele Shaw e Lady Frost per il ROH Women's World Championship e per il AAA Reina dei Reinas Championship. Chiudete le porte, che c'è riscontro!

 


Questa settimana, invece, le nuove Campionesse di IMPACT, sia in singolo che in tag, assieme a Savannah Evans, affrontano Micke James, Chelsea Green, Cassie Lee e Jessie McKay in un All Star Knockouts Tag, vinto da quest'ultime grazie ad una splendida DDT della James su Tasha Steelz. Nuova sfidante in vista per la neo-campionessa? Lo scopriremo nelle prossime settimane.

 

Tra porte aperte e corse contro il tempo (il ritmo serrato con cui IMPACT tiene i suoi Pay-per-View è a dir poco mostruoso) la strada per Rebellion procede spedita. IMPACT assomiglia sempre di più ad un porto di mare, dove un gran traffico di persone, merci e scambi si svolgono settimanalmente, in un clima frenetico. Sembra che il suo ruolo sia quello di crocevia fra tutte le federazioni e, in quest'ottica, lo show che ne esce fuori è davvero godibile.


Fight Planet Italia

IMPACT Pubblicato in data 15/01/2022

IMPACT WRESTLING: New Double Champ

Analisi IMPACT.

IMPACT Wrestling ha chiuso il cerchio della Forbidden Door andando a mettere l’ultimo tassello collaborativo, forse anche quello più importante, con la presenza dell’attuale IMPACT Knockouts World Champion Mickie James che prenderà parte alla Royal Rumble e che quindi farà ritorno in WWE come wrestler sotto contratto con IMPACT. Soprattutto lo fa rivestendo il ruolo di Campionessa di un’altra federazione.

 

L’economia di IMPACT non viene comunque intaccata da questa notizia di rilievo e il tutto prosegue normalmente, senza per ora portare a clamorosi e inaspettati colpi di scena a riguardo di questa nuova collaborazione con il Colosso dell’industria che risponde al nome di World Wrestling Entertainment. Al contrario invece, è più d’effetto “l’invasione” della parte marcia della Ring Of Honor con protagonisti Matt Taven, Vincent, PCO, Mike Bennett e Maria Kanellis che sarà il filo conduttore dell’episodio.

 

Nel quale succedono diverse cose molto interessanti. A cominciare appunto dall’attacco dei sopracitati ai danni di D’Lo Brown che è costretto a lasciare la Impact Zone infortunato.

 

La X-Division vede buone nuove all’orizzonte. Con la vittoria di Laredo Kid contro Chris Bey, risultato che ci sta visto che l’affiliato del Bullet Club ha già dato sia come Campione che come contender. È d’obbligo investire anche in nomi diversi, Laredo Kid poi è perfetto per incarnare lo spirito della divisione. Pur restando convinti che questo Trey Miguel perderà il titolo con un avversario, sarei sorpreso del contrario, di più alto spessore. Inoltre oltre al lottatore mascherato, da segnalare anche la vittoria importante di Speedball Mike Bailey nel match con Jake Somehting. Nonostante al momento Spider-Trey sembra essere una spanna superiore a entrambi, andare a profilare nuove figure da contrapporgli e da stabilmente mettere nel giro del titolo è una scelta sacrosanta.

 

Nei riempitivi meno importanti abbiamo le due vittorie squash di Masha Slamovich su Vert Vixen e di JONAH su Raj Singh. È vittoria squash anche per Moose che, rifiutatosi di affrontare W. Morrissey a inizio show, dà l’opportunità invece a Zicky Dice. L’IMPACT World Champion non si cambia nemmeno e vince l’incontro in pochi secondi. Morrissey dunque fa capolino ma Moose riesce a sfuggirgli, il primo dunque scaricherà la rabbia sull’Outlandish e sul povero VSK. Una storia partita mesi fa quando i due hanno deciso di allearsi e che faceva presagire a un futuro feud che ormai è concreto.

 

Nel quadro del World Title resta centrale anche la figura di Josh Alexander che però durante il suo promo, viene interrotto dall’esordio a IMPACT di Charlie Haas. Nonostante l’apparente rispetto iniziale, Alexander non ha intenzione di sfidare l’ex membro del World Greatest Tag Team (ai tempi della WWE con Shelton Benjamin) che così lo colpisce andando dunque a suggerirci che il match si farà quanto prima. Il ruolo del Walking Weapon dopo BFG è stato chiaro, è il JOLLY della compagnia, che serve per introdurre i nuovi nomi importanti o chi si trova a presenziare anche solo per qualche gettone. JONAH e Minoru Suzuki lo testimoniano, Haas ce lo riconferma. Ma il destino è ben chiaro per me, tornerà IMPACT World Champion prima o poi.

 

A livello di incontri chiude la serata il Main Event tra Deonna Purrazzo e Rok-C. Title vs. Title Winner Take All Match con The Virtuosa a difendere i colori della AAA (della quale è Reina de Reinas Champion) e con la rivale a difendere i colori della ROH (è infatti la ROH Women’s World Champion). Incontro davvero molto piacevole, dove entrambe hanno ottimamente figurato e dove la ex Knockouts Champion ha dovuto sfoderare le armi migliori per far cedere l’avversaria. La vittoria di Purrazzo era anche abbastanza facile da pronosticare, vista la storia degli “Invasori ROH”. E infatti subito dopo il match Maria Kanellis è andata faccia a faccia con Purrazzo. Segmento che si è chiuso con l’intervento di Matthew Rehwoldt che finisce per essere pestato da Taven, Bennet, Vincent & PCO. Che ne hanno poi anche per Willie Mack & Rich Swann, dopo che già durante la puntata avevano portato scompiglio nel backstage.

 

Dunque questo è l’epilogo. Una specie di Invasion che prova a smuovere le acque. Si sa che la ROH è in pausa e non se ne conosce il futuro. Costruire una storyline che si basa su una invasione abbastanza a sorpresa quando poi hai pure Rok-C e Jonathan Gresham estranei ai fatti in questione, è un buon modo per mischiare le carte. L’augurio è che non finisca in vacca come la Invasion che fu.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.

 

Vi ricordo che se volete avere il piacere di confrontarvi su ogni tipo di tema riguardante IMPACT Wrestling, potete seguire i nostri amici di IMPACTZone Italia (cliccate sul link a sinistra) su facebook. Mi raccomando iscrivetevi alla loro pagina!