IMPACT

IMPACT: Rich Swann futuro World Champion?

IMPACT: Rich Swann futuro World Champion?

Puntata decisiva per le sorti del World Championship.

IMPACT Pubblicato in data 15/10/2020 da Roberto Rotonda

Ben ritrovati con IMPACT WRESTLING, andiamo a vedere cosa è successo questa settimana. Puntata decisiva per le sorti del World Championship. Dove sapremo, finalmente, se Rich Swann potrà affrontare o meno Eric Young per il titolo a Bound For Glory.

 

 

Apriamo con la, forse, resa dei conti definitiva al femminile tra le tre coppie che di recente sono state accese rivali. Taya Valkyrie e Rosemary vs. Havok e Nevaeh vs. Kiera Hogan e Tasha Steelz. Come al solito ottima prova di tutte le lottatrici, che bene hanno saputo dividersi la scena e regalare una contesa lineare e dunque un buonissimo opener. Il punto però non è mai stato questo, la bravura delle ragazze è inattaccabile. Più che altro, alla fine di una faida durata settimane, si ha la sensazione che nulla di concreto sia stato costruito. La vittoria odierna di Taya e Rosemary ne è la conferma. Con le cinture di coppia riportate in auge, tutto sarebbe stato diverso, anche il risultato finale. Che avrebbe trovato le due giuste prime nuove Campionesse di coppia femminili, in un tag team composto da due atlete che hanno scritto la storia della compagnia. Un’occasione persa. La Demon Assassin e Havok si sfideranno nel prossimo episodio per decidere se James Mitchell dovrà tornare nel regno dei vivi. Interessante.

 

Meno interessante, ma molto divertente, come si è arrivati al match tra Fallah Bahh e Crazzy Steve. Vinto proprio da Steve quando riesce a togliere la shirt a Bahh che, intento a coprire con le mani il rotolo di soldi che aveva rubato a Hernandez, perde il match via roll up. Riempitivo comedy, ci sta.

 

Una storyline che sto apprezzando è quella relativa a Heath. Che oggi ritorna grazie all’accordo pattuito da Rhino con D’Amore. La Gore Machine riesce a far rientrare l’amico nella compagnia, con la possibilità di partecipare al Call Your Shot Gauntlet di Bound For Glory. Se uno dei due vincerà, Heath avrà il suo contratto. In caso di sconfitta, non solo le porte di IMPACT per Heath saranno definitivamente chiuse, ma anche Rhino sarà licenziato. E questa è la parte che più mi è piaciuta, il racconto di un’amicizia talmente profonda per la quale si è disposti a mettere sul piatto anche la propria carriera. Con Rhino che non ha fatto menzione di questa cosa all’amico, per evitare un eventuale rifiuto. Sarà pure una storia vista e rivista, ma l’hanno messa su davvero bene, e non nego che l’hype generato è tanto. Chissà cosa ci aspetta.

 

 

Intanto Heath e Rhino fanno squadra con Hernandez, Cousin Jake e Alisha nel 10 Person Tag Team Match che li vede contrapposti al team composto da Tenille Dashwood, Tommy Dreamer, Brian Myers, Cody Deaner e Johnny Swinger. E proprio Heath è autore dello schienamento vincente ai danni di Swinger. Ora lui e gli altri componenti del team si sfideranno tra loro per decidere chi entrerà nel Call Your Shot Gauntlet con il #20, ultimo ambitissimo posto che dà tutti i vantaggi del caso. Il match è stato divertente davvero, con tutti i vari intrecci rappresentati egregiamente, quando si hanno le idee chiare non si sbaglia.

 

Chi ormai le idee chiare non le ha più è Ken Shamrock. Che questa settimana pesta, insieme al suo nuovo compagno di merenda Sami Callihan, Eddie Edwards. Un tris che non può non farci pensare a un match per BFG. La mia suggestione è un match di coppia con un partner a sorpresa per Edwards. L’occasione giusta, quella di BFG, per magari un ritorno o una nuova firma importante.

 

 

È il turno della sfida tra Kimber Lee (accompagnata dalla IMPACT Knockouts Champion Deonna Purrazzo) e Kylie Rae. Che bello vedere queste due giovani donne in azione. E che bel match hanno disputato, se c’è una sicurezza a IMPACT, è la divisione femminile. Il titolo starebbe bene a tutte, non credo di esagerare. Lo storytelling anche questa settimana ci ha mostrato una Lee già pronta a insidiare il titolo, e una Rae che pian piano sta mostrando sempre più il suo lato heel. Dopo aver vinto un match equilibrato e intenso, per sottomissione, ha continuato a tenere l’avversaria nella presa, costringendo Purrazzo a intervenire. Rae l’ha colpita, la campionessa ha lasciato il ring stupita. Tutto ciò con la questione Susie che aleggia su questo feud, al momento tutto fatto in maniera ottima.

 

Stesso aggettivo che possiamo usare per la questione relativa ai tag team maschili. Un altro importante mattone infatti è stato messo nel percorso che ci porta a BFG. Gallows e Fulton si sono affrontati in due incontri. Il primo infatti è finito in doppio countout, il che ha portato il management a sancire una seconda partita, senza squalifiche e conteggi fuori ring. Un bel brawling hardcore match nel quale i due non si sono risparmiati. Mi ha sorpreso la vittoria di Gallows, visto che in singolo Fulton è stato spesso protagonista di vittorie dominanti. Ma a mio avviso il messaggio che passa dalla federazione è abbastanza chiaro, The Big LG vincendo non fa che ribadire un concetto che lui e Anderson stanno portando avanti da quando sono arrivati, saranno loro i prossimi IMPACT Tag Team Champions.

 

 

Eric Young sale sul ring per sapere se Rich Swann lo affronterà o meno a Bound For Glory. Scott D’Amore lo segue per rispondergli. Dopo un acceso confronto l’EVP gli conferma che, nonostante tutti i danni inflitti, non solo Swann è stato dichiarato guarito e prenderà parte a BFG, ma si augura che gli tolga quel sorriso da ebete dalla faccia. EY gli mette le mani addosso, Rich Swann fa capolino dal backstage e salva D’Amore per poi colpire Young che se la dà a gambe anche questa volta. È andata come doveva andare. Continuo a trovare strano il modo in cui è stato costruito Swann, passato dal forzato ritiro a saltare da una parte all’altra come niente fosse, in pochi mesi. E sì che la storia di redenzione e rivalsa dell’atleta speciale è sempre vincente, ma lo sviluppo settimanale ho fatto fatica a trovarlo credibile. È il ritiro forzato frettoloso che non doveva starci, secondo me troppo sensazionalistico a un certo punto della storia. Ma va beh, almeno i presupposti per un World Championship Match carico di significato ci sono tutti, da questo punto di vista stiamo tranquilli.

 

 

La puntata si chiude con il segmento cinematico in cui Moose finalmente trova EC3, con tanto di TNA World Heavyweight Championship al seguito. Proprio sul ponte in cui lo avevamo lasciato, i due se le danno di santa ragione, e Moose lascia alla fine EC3 steso a terra con la faccia sanguinante, riprendendosi la cintura. Carter se la ride, nonostante tutto. Storia tutt’altro che chiusa, con Bound For Glory che ci regalerà questo incontro da un posto segreto che potrebbe essere l’ennesimo capolavoro di cinematic wrestling che abbiamo visto in questo 2020.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.

 

Vi ricordo che se volete avere il piacere di confrontarvi su ogni tipo di tema riguardante IMPACT Wrestling, potete seguire i nostri amici di IMPACTZone Italia (cliccate sul link a sinistra) su facebook. Mi raccomando iscrivetevi alla loro pagina!

 

 



Fight Planet Italia

IMPACT Pubblicato in data 15/10/2020

IMPACT: Rich Swann futuro World Champion?

Puntata decisiva per le sorti del World Championship.

Ben ritrovati con IMPACT WRESTLING, andiamo a vedere cosa è successo questa settimana. Puntata decisiva per le sorti del World Championship. Dove sapremo, finalmente, se Rich Swann potrà affrontare o meno Eric Young per il titolo a Bound For Glory.

 

 

Apriamo con la, forse, resa dei conti definitiva al femminile tra le tre coppie che di recente sono state accese rivali. Taya Valkyrie e Rosemary vs. Havok e Nevaeh vs. Kiera Hogan e Tasha Steelz. Come al solito ottima prova di tutte le lottatrici, che bene hanno saputo dividersi la scena e regalare una contesa lineare e dunque un buonissimo opener. Il punto però non è mai stato questo, la bravura delle ragazze è inattaccabile. Più che altro, alla fine di una faida durata settimane, si ha la sensazione che nulla di concreto sia stato costruito. La vittoria odierna di Taya e Rosemary ne è la conferma. Con le cinture di coppia riportate in auge, tutto sarebbe stato diverso, anche il risultato finale. Che avrebbe trovato le due giuste prime nuove Campionesse di coppia femminili, in un tag team composto da due atlete che hanno scritto la storia della compagnia. Un’occasione persa. La Demon Assassin e Havok si sfideranno nel prossimo episodio per decidere se James Mitchell dovrà tornare nel regno dei vivi. Interessante.

 

Meno interessante, ma molto divertente, come si è arrivati al match tra Fallah Bahh e Crazzy Steve. Vinto proprio da Steve quando riesce a togliere la shirt a Bahh che, intento a coprire con le mani il rotolo di soldi che aveva rubato a Hernandez, perde il match via roll up. Riempitivo comedy, ci sta.

 

Una storyline che sto apprezzando è quella relativa a Heath. Che oggi ritorna grazie all’accordo pattuito da Rhino con D’Amore. La Gore Machine riesce a far rientrare l’amico nella compagnia, con la possibilità di partecipare al Call Your Shot Gauntlet di Bound For Glory. Se uno dei due vincerà, Heath avrà il suo contratto. In caso di sconfitta, non solo le porte di IMPACT per Heath saranno definitivamente chiuse, ma anche Rhino sarà licenziato. E questa è la parte che più mi è piaciuta, il racconto di un’amicizia talmente profonda per la quale si è disposti a mettere sul piatto anche la propria carriera. Con Rhino che non ha fatto menzione di questa cosa all’amico, per evitare un eventuale rifiuto. Sarà pure una storia vista e rivista, ma l’hanno messa su davvero bene, e non nego che l’hype generato è tanto. Chissà cosa ci aspetta.

 

 

Intanto Heath e Rhino fanno squadra con Hernandez, Cousin Jake e Alisha nel 10 Person Tag Team Match che li vede contrapposti al team composto da Tenille Dashwood, Tommy Dreamer, Brian Myers, Cody Deaner e Johnny Swinger. E proprio Heath è autore dello schienamento vincente ai danni di Swinger. Ora lui e gli altri componenti del team si sfideranno tra loro per decidere chi entrerà nel Call Your Shot Gauntlet con il #20, ultimo ambitissimo posto che dà tutti i vantaggi del caso. Il match è stato divertente davvero, con tutti i vari intrecci rappresentati egregiamente, quando si hanno le idee chiare non si sbaglia.

 

Chi ormai le idee chiare non le ha più è Ken Shamrock. Che questa settimana pesta, insieme al suo nuovo compagno di merenda Sami Callihan, Eddie Edwards. Un tris che non può non farci pensare a un match per BFG. La mia suggestione è un match di coppia con un partner a sorpresa per Edwards. L’occasione giusta, quella di BFG, per magari un ritorno o una nuova firma importante.

 

 

È il turno della sfida tra Kimber Lee (accompagnata dalla IMPACT Knockouts Champion Deonna Purrazzo) e Kylie Rae. Che bello vedere queste due giovani donne in azione. E che bel match hanno disputato, se c’è una sicurezza a IMPACT, è la divisione femminile. Il titolo starebbe bene a tutte, non credo di esagerare. Lo storytelling anche questa settimana ci ha mostrato una Lee già pronta a insidiare il titolo, e una Rae che pian piano sta mostrando sempre più il suo lato heel. Dopo aver vinto un match equilibrato e intenso, per sottomissione, ha continuato a tenere l’avversaria nella presa, costringendo Purrazzo a intervenire. Rae l’ha colpita, la campionessa ha lasciato il ring stupita. Tutto ciò con la questione Susie che aleggia su questo feud, al momento tutto fatto in maniera ottima.

 

Stesso aggettivo che possiamo usare per la questione relativa ai tag team maschili. Un altro importante mattone infatti è stato messo nel percorso che ci porta a BFG. Gallows e Fulton si sono affrontati in due incontri. Il primo infatti è finito in doppio countout, il che ha portato il management a sancire una seconda partita, senza squalifiche e conteggi fuori ring. Un bel brawling hardcore match nel quale i due non si sono risparmiati. Mi ha sorpreso la vittoria di Gallows, visto che in singolo Fulton è stato spesso protagonista di vittorie dominanti. Ma a mio avviso il messaggio che passa dalla federazione è abbastanza chiaro, The Big LG vincendo non fa che ribadire un concetto che lui e Anderson stanno portando avanti da quando sono arrivati, saranno loro i prossimi IMPACT Tag Team Champions.

 

 

Eric Young sale sul ring per sapere se Rich Swann lo affronterà o meno a Bound For Glory. Scott D’Amore lo segue per rispondergli. Dopo un acceso confronto l’EVP gli conferma che, nonostante tutti i danni inflitti, non solo Swann è stato dichiarato guarito e prenderà parte a BFG, ma si augura che gli tolga quel sorriso da ebete dalla faccia. EY gli mette le mani addosso, Rich Swann fa capolino dal backstage e salva D’Amore per poi colpire Young che se la dà a gambe anche questa volta. È andata come doveva andare. Continuo a trovare strano il modo in cui è stato costruito Swann, passato dal forzato ritiro a saltare da una parte all’altra come niente fosse, in pochi mesi. E sì che la storia di redenzione e rivalsa dell’atleta speciale è sempre vincente, ma lo sviluppo settimanale ho fatto fatica a trovarlo credibile. È il ritiro forzato frettoloso che non doveva starci, secondo me troppo sensazionalistico a un certo punto della storia. Ma va beh, almeno i presupposti per un World Championship Match carico di significato ci sono tutti, da questo punto di vista stiamo tranquilli.

 

 

La puntata si chiude con il segmento cinematico in cui Moose finalmente trova EC3, con tanto di TNA World Heavyweight Championship al seguito. Proprio sul ponte in cui lo avevamo lasciato, i due se le danno di santa ragione, e Moose lascia alla fine EC3 steso a terra con la faccia sanguinante, riprendendosi la cintura. Carter se la ride, nonostante tutto. Storia tutt’altro che chiusa, con Bound For Glory che ci regalerà questo incontro da un posto segreto che potrebbe essere l’ennesimo capolavoro di cinematic wrestling che abbiamo visto in questo 2020.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.

 

Vi ricordo che se volete avere il piacere di confrontarvi su ogni tipo di tema riguardante IMPACT Wrestling, potete seguire i nostri amici di IMPACTZone Italia (cliccate sul link a sinistra) su facebook. Mi raccomando iscrivetevi alla loro pagina!

 

 


Fight Planet Italia

IMPACT Pubblicato in data 08/10/2020

IMPACT WRESTLING: Nel cuore del caos

Analisi IMPACT.

Ben ritrovati con IMPACT WRESTLING, andiamo a vedere cosa è successo questa settimana. Messo alle spalle Victory Road, evento che come prevedibile non ha cambiato alcuno scenario titolato, riprende la marcia di avvicinamento a Bound For Glory.

 

 

Partiamo dal match tra Brian Myers e Tommy Dreamer, rivincita proprio da Victory Road. Al solito due nomi affidabili che hanno tirato su un più che discreto incontro. Vinto da Dreamer per squalifica, dopo che l’avversario lo ha colpito ripetutamente con la mazza da Kendo. Questo ha seguito di un buon momento narrativo, che ha visto l’Innovator Of Violence in difficoltà quando il Most Professional Wrestler implorava pietà per non essere colpito, per poi girare la cosa a suo favore e colpire Dreamer. Arrivato il telefonato pareggio, in un ottimo modo, a Bound For Glory deve esserci la resa dei conti definitiva. Si spera di natura estrema.

 

 

Forse la più grande sorpresa della serata arriva dalla Defeat Rohit Challenge. Si presenta Willie Mack, che viene ricacciato via in quanto ha già avuto la sua chance. Risuona la musica di Jordynne Grace. Raju se la prende comoda, Mack lo distrae e Grace lo schiena per il pin vincente. Ma l’X-Division Champion ribadisce che il match non era per il titolo. Viene dunque annunciato uno Scramble Match per BFG dove Raju sarà impegnato contro tutti i suoi ultimi sfidanti, TJP, Chris Bey, Trey Miguel, Willie Mack e ovviamente Jordynne Grace. Avrei preferito l’Ultimate X Match, ma pazienza, ci accontentiamo. Raju ha avuto la run che meritava, ma penso che a BFG il titolo cambierà padrone. E chissà che proprio l’inserimento ultimo della Thicc Mama Pump è la chiave di svolta per la cintura, che aprirebbe un nuovo capitolo della sua storia, avendo così anche la prima X-Division Champ al femminile.

 

Altra rivincita da Victory Road. Rascalz vs. XXXL. Match che più riempitivo non si può. Dez e Wentz non hanno vita facile contro Romero e Larry D, ma alla fine vincono anche a questo giro. Un peccato che la coppia di canaglie sia stata, al momento, tagliata fuori dal match per i titoli di coppia a Bound For Glory, un peccato davvero.

 

Fallah Bahh ruba i soldi di Hernandez per finanziare il matrimonio di John E. Bravo. Sì, fa ridere ed è triste allo stesso tempo. Ma sono quei minuti riempitivi che non tolgono spazio a nessuno.

 

 

Eric Young, mascherato da impiegato della struttura che ha riabilitato alla competizione Rich Swann, attacca brutalmente quest’ultimo durante l’intervista che Jimmy Jacobs stava tenendo con il dottore e con lo stesso Swann. Sicuramente un buon segmento. Però c’è il rischio che con questa cosa che Swann alla fine “risorge” sempre, si possa naufragare quasi nel ridicolo perdendo un po’ la credibilità oltre che il senso stesso della storyline. E il perché l’ho già espresso diverse volte nei passati appuntamenti. Non vogliamo mica che la questione prenda contorni pacchiani.

 

Taya Valkyrie e Rosemary portano a casa un’altra importante vittoria sconfiggendo, vendicandosi, Tasha Steelz e Kiera Hogan. Oramai questi tag team match femminili, sarò onesto, iniziano a stancare. Non per le esibizioni delle protagoniste, sempre capaci di regalare buonissime performance, ma perché la costruzione che sta dietro inizia a essere stantia. O ci mettiamo le cinture di coppia, oppure tutti questi scontri e confronti sembrano essere uno la copia dell’altro.

 

Riempitivo molto divertente tra la coppia Johnny Swinger e Crazzy Steve che affrontano i Deaners. Match senza pretese, è Steve a far perdere il suo team quando toglie la scimmietta dalle mani di Swinger (che voleva usarla come arma) e Cody allora ne approfitta.

 

Kylie Rae attacca addirittura Kimber Lee, dopo che quest’ultima la provoca sul suo match contro Deonna Purrazzo e sull’amica Susie. Che a Victory Road ha dovuto subire un infortunio al braccio per mano della IMPACT Knockouts Chmapion, con Rae che bloccata proprio da Lee ha potuto solo guardare inerme. Segmento che ci ha mostrato il lato più “cattivo” di Smiley Kylie. È chiaro che tutto ciò porterà al ritorno di Su Yung, che magari potrebbe costare proprio il titolo a Rae. Vediamo, una storyline molto intrigante e ben scritta.

 

 

Stessa cosa per Heath. Dopo aver sconfitto (in coppia con Rhino) i Reno Scum a Victroy Road e aver ricevuto l’invito a presentarsi presso gli uffici di Scott D’Amore in questo episodio, la storia ha preso una brutta piega. Heath si è presentato portando la sua offerta, D’Amore non ha apprezzato, l’ex Slater non ha voluto sentirne di accettare la proposta fatta, in quanto si considera una star degna di una paga superiore. Sono volati paroloni e insulti velati, ma poi mica tanto, con un conseguente nulla di fatto. Molto bello anche l’incontro tra Heath e Rhino dove il primo se la prende con il secondo, facendo riferimento anche alla WWE e al match avuto a RAW contro Drew McIntyre, perché non sono state mantenute le promesse e se ne va arrabbiatissimo. Un epilogo che non mi aspettavo e che va a continuare questa storia in modo sempre efficace.

 

Il funerale del TNA World Heavyweight Championship non mi ha convinto. Nonostante l’hype creato, alla fine EC3 getta solo la cintura giù da un ponte. Dichiarando finalmente libero Moose. Ci sta visto il character, però creare tanta attesa per un qualcosa che poi non è così eclatante, è una scelta che mi ha lasciato stranito. Mi aspettavo di più. Ma prima di Bound For Glory di tempo ce n’è ancora, magari il meglio viene ora, me lo auguro.

 

Ken Shamrock dopo essere entrato a stretto contatto con Sami Callihan è diventato colui che picchia random la gente. Situazione in fase di sviluppo, mi piace vedere Shamrock in questa nuova e più “schizzata” veste.

 

 

E siamo al Main Event. Oramai lo scenario tag team è assoluto protagonista da settimane. Oggi si affrontano Motor City Machine Guns e la coppia Ace Austin, Madman Fulton. Altro capitolo che va a continuare la faida tra i quattro tag team protagonisti del giro titolato, e ci metto tutte le coppie che si affronteranno a Bound For Glory non a caso. Gli IMPACT Tag Team Champions (MCMG) portano a casa la vittoria dopo un match buono che ha visto la prima fase dove hanno dominato su Austin, e la seconda dove Fulton ha portato come sempre il caos. Il tutto con anche le distrazioni dei The North e dei Good Brothers, questi ultimi decisivi grazie al colpo che Gallows infligge a Fulton e fa da assist a Sabin e Shelley che come detto vincono l’incontro. Narrativamente i continui punzecchiamenti nel backstage e i conseguenti scontri, legali o meno, susseguiti sul ring sono oro colato. Mi voglio esporre alla grande proprio, trovo che questa sia tra le migliori storyline in corso tra tutte le federazioni che seguo. E ho detto tutto.

 

Episodio con più bassi che alti secondo me. Victory Road è stato un evento abbastanza telefonato e per questa puntata devo dire che non mi ha generato molto hype. Mi sarei aspettato la presenza di Tenille Dashwood, che aveva vinto la rivalità con Grace, invece non c’è stata. Tuttavia la storia di Heath, l’attacco di Rae a Lee e il Main Event, sono stati tre punti fondamentali sulla via che porta a Bound For Glory.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.

 

Vi ricordo che se volete avere il piacere di confrontarvi su ogni tipo di tema riguardante IMPACT Wrestling, potete seguire i nostri amici di IMPACTZone Italia (cliccate sul link a sinistra) su facebook. Mi raccomando iscrivetevi alla loro pagina!


Fight Planet Italia

IMPACT Pubblicato in data 01/10/2020

IMPACT WRESTLING: Giochi di coppie

Analisi IMPACT.

Ben ritrovati con IMPACT WRESTLING, andiamo a vedere cosa è successo questa settimana. Ultimo step prima di Victroy Road, evento che sarà trasmesso sulla piattaforma on demand della compagnia, IMPACT Plus.

 

 

Si parte dal tag team match al femminile tra Taya Valkyrie e Rosemary impegnate contro Havok e Nevaeh. Sfida fisica, con la narrativa che vede le due amiche mantenere la promessa fatta sette giorni fa di aiutarsi a vicenda. E, in una fase dove fanno anche squadra molto bene, la Demon Assassing e la Wera Loca portano a casa la vittoria. Arrivano anche Kiera Hogan e Tasha Steelz ad attaccarle alla fine, con Havok e Nevaeh che, abbastanza a sorpresa, aiutano le loro avversarie della serata. Questi scontri/incontri con tutte queste coppie di ragazze sono mesi che fanno pensare a una rinascita dei titoli di coppia femminili, ed è giusto andare in quella direzione a mio avviso. Abbiamo una divisione piena di talento e una sola cintura di campionessa. I titoli di coppia darebbero, con uno script adeguato e serio, un senso maggiore a quanto vediamo ormai da settimane. Oltre a rendere più importanti tutte le rivalità del caso.

 

MCMG e Good Brothers si punzecchiano a vicenda. Più tardi capiremo il perché. Nel frattempo Deonna Purrazzo non può credere che dovrà difendere il titolo a Victory Road contro Susie. Quest’ultima riceverà da Kilye Rae un paio di ginocchiere e domanderà all’amica se ci saranno problemi nel caso dovesse sconfiggere Purrazzo ed essere lei l’avversaria di Rae (che ricordiamo essere la #1 Contender) a Bound For Glory. Rae la tranquillizza, sarà un onore sfidare la sua migliore amica. È chiaro che aspettiamo solo il ritorno di Su Yung, prima o poi.

 

 

Re-match tra Tenille Dashwood e Jordynne Grace. Match molto piacevole, come avevo detto sette giorni fa, mi aspettavo il pareggio di Grace. Che è arrivato per sottomissione. A Victory Road vedremo ancora le due andare 1-on-1 e mettere forse la parola fine a questa rivalità. Anche se onestamente, mi sarebbe piaciuto vedere la sfida finale a BFG. Magari però sabato s’inventano qualcosa per continuare la faida. Non ha senso terminarla ora e privare il più importante evento dell’anno di un match, che ha del potenziale in ppv, tra due main card wrestler (una anche ex Knockouts Champion) della categoria femminile. Nell’ultima puntata sono state il Main Event, qualcosina dovrà pur significare. Però magari ci sono altri piani dietro.

 

Altro capitolo della saga del TNA World Heavyweight Championship. EC3 invita Moose al prossimo IMPACT, dove si terrà il rito funebre del suddetto titolo. La cosa incuriosisce sempre più. Il video dove viene mostrato il lavoro fatto da Rich Swann per riprendersi velocemente (invece che ritirarsi come aveva affermato), con tanto d’intervento del dottore, ha poco da aggiungere a quanto io non abbia detto già nei nostri appuntamenti passati. Continuo a pensare che il suo ritorno, e la conseguente storia creata, sia stata fatta un po’ a membro di segugio oltre che frettolosamente. Peccato perché poteva essere, se posticipata a dovere o non raccontata con un ritiro senza senso, una cosa molto più riuscita. I Reno Scum (con Hernandez) attaccano Heath e Rhino per riprendersi i soldi che avevano rubato al messicano. Rhino protesterà con Scott D’Amore che gli concederà un Unsanctioned Match per sabato. Magari è la volta buona che Heath riesce ad avere questo benedetto contratto. #Heath4IMPACT

 

Buono anche l’incontro tra Rascalz e Good Brothers. Gallows e Anderson dominano gran parte del match vincendolo. Dominio in funzione del lancio della sfida ai Campioni di coppia per Bound For Glory. I due hanno firmato con IMPACT quando potevano andare ovunque, ed è impensabile (a prescindere da ciò) che non avranno alcuna run come Campioni. Vedremo se sarà a BFG, ma di certo una sfida di questo calibro tra due dei migliori team di questi anni è quanto di meglio potevamo auspicare per IMPACT.

 

Brian Myers e Tommy Dreamer si affronteranno a Victory Road, un peccato non sia stato annunciato come hardcore match. Ma c’è sempre Bound For Glory come resa dei conti finale. Incrocio le dita.

 

Johnny Swinger vince contro Fallah Bahh in modo scorretto. John E. Bravo fa ripartire l’incontro, Bahh vince e diventa suo Best Man in vista delle nozze. Vediamo come proseguirà questa storia.

 

Rohit Raju instituisce la sua personale challenge, TJP si dice subito interessato. Ma l’IMPACT X-Division Champion mette in chiaro che né lui, né Chris Bey e né Trey Miguel possono prendervi parte in quanto hanno già avuto le loro opportunità. Sicuramente ciò pone la giusta curiosità attorno al nome del prossimo sfidante al titolo. Suicide magari interpretato da TJP o da uno degli altri due? La butto lì, vediamo.

 

 

Eddie Edwards sale sul ring per esporci il suo pensiero sull’assalitore di settimana scorsa. Sami Callihan arriva alla sua maniera sullo stage. Afferma di non essere stato lui, Edwards non gli crede. The DRAW ribadisce il concetto. Spegne le luci dell’arena e dietro Edwards c’è Ken Shamrock che lo attacca brutalmente. Sette giorni fa avevo affermato l’auspicio di vedere un assalitore diverso dal più telefonato EY e devo dire di essere soddisfatto di questo nuovo Shamrock che ha un po’ perso la testa, inoltre un avvicendamento in coppia proprio con Callihan lo avevamo già ipotizzato ai tempi della loro faida. In questo ci sguazza proprio il nostro World Champion che si ritrova uno sfidante con più di un nemico, e con tutti vantaggi del caso. Sicuramente una bella mossa nella Road To BFG.

 

 

E siamo giunti al Main Event. Madman Fulton & Ace Austin vs The North. Sfida bella fisica, che si è lasciata ben guardare. Altro set up che in occasione di Bound For Glory va a rimarcare, come già detto recentemente su queste stesse pagine, l’ammontare di materiale tag team che potrebbe essere a mio avviso anche degno del Main Event proprio di Bound For Glory. I canadesi portano a casa la vittoria non senza difficoltà, con Fulton come sempre a fare da super big men che non ne vuole sapere di andare al tappeto. Buonissimo lo storytelling, che vede anche l’arrivo dei Good Broters nel post match. I due vengono attaccati alle spalle da Fulton e Austin, Page e Alexander si uniscono al beat down fino a che l’arrivo dei Motor City Machine Guns fa finire la puntata con la rissa ancora in corso.

 

Un buon episodio che mette tutti i tasselli al loro posto per Victory Road e che mantiene sempre aperta la finestra su Bound For Glory, vero piatto forte della compagnia.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.

 

Vi ricordo che se volete avere il piacere di confrontarvi su ogni tipo di tema riguardante IMPACT Wrestling, potete seguire i nostri amici di IMPACTZone Italia (cliccate sul link a sinistra) su facebook. Mi raccomando iscrivetevi alla loro pagina!