Ultimi aggiornamenti

Fight Planet Italia

WWE Pubblicato in data 09/08/2020

WWE SMACKDOWN : Cos'è la Retribution?

Recap di Smackdown Live

La puntata si apre con Bray Waytt e la sua FireFly Fun House che cerca di discolparsi dell'aggressione effettuata ai danni di Alexa Bliss la scorsa settimana , dando la colpa solo ed esclusivamente a The Fiend.


Matt Riddle vince per squalifica ai danni di Sheamus per colpa dell'intereferenza di Shorty G che con la speranza di impressionare King Corbin attacca l'Original Bros ma viene messo KO prima dall'ex Nxt Tag Team Champion e poi dallo stesso Sheamus con ben due Brogue Kick.


Altra vittoria più che convincente da parte di Cesaro che accompagnato da Shinsuke Nakamura sconfigge Lince Dorado che a sua volta a bordo ring poteva contare del sostegno di Gran Metalik.
Con tutto il rispetto ma non penso che i Lucha House Party possano essere dei contendenti validi per i nuovi Smackdown Tag Team Champions, ma ora come ora la categoria di coppia del roster blu non offre grosse alternative.


Segmento un po anomalo quella che ha visto coinvolto The Fiend e Alexa Bliss, infatti è stato solo mandato in onda l'entrata del Malefico con l'ex Women Tag Team Champion che era già sul ring senza capire del perché si trovasse già li. Detto ciò la bella bionda questa volta riesce a non incombere nella Mandible Clow grazie ad una sua " carezza " fatta al volto di The Fiend che questa volta la risparmia . Alla fine sullo schermo appare anche Braun Strowman che ufficializza che i due se la vedranno una volta per tutte in quel di Summerslam .


Anche Jeff Hardy vs King Corbin finisce in squalifica a favore del Charismatic Enigma , che viene colpito da Sheamus rendendo così il " favore " al Lone Wolfe . Questa situazione porta subito allo scontro tra il Re di Smackdown e il Celtic Warrior , che nel frattempo è stato reso ufficiale .
Il cerchio delle interferenze si chiude quando Matt Riddle distrae Corbin consentendo a Sheamus di connettere con il suo Brogue Kick e vincere la contesa.


Stephanie Mc Mahon ha un messaggio direttamente per Bayley e Sasha Banks, e il messaggio è il seguente : la Boss in quel di Summerslam affronterà Asuka mentre la Smackdown Women's Champion se la vedrà con la vincente di una Triple Brand Battle Royal che si svolgerà la settimana prossima.

Grazie al comportamento ottenuto e proposto da Miz & Morrison e dall'ospite del Miz Tv Sonya Deville ai danni degli Heavy Machinery siamo arrivati al Main Event della serata .
Poteva anche non finire anche questo incontro per squalifica ? Ma certo che no!! Mandy Rose ( con un taglio di capelli niente male ) attacca di gran carriera la sua ex amica che nell'occasione aveva accompagnato i due dei Dirt Sheet.
Ma ecco arrivato il momento della Retribuition . La Stable misteriosa distrugge tutto il ring e tutta l'area circostante attaccando addirittura le superstar di Nxt adibite come pubblico. Chi saranno questi cinque componenti? Abbiamo potuto notare che ne fa parte una donna , e devo ammettere che la cosa mi incuriosisce parecchio . Voglio azzardare una cosa: e se fosse una stable di lottatori di Evolve pronti a vendicare la loro ex federazione ? Come ben sappiamo la WWE un mesetto fa ha acquisito questa federazione indipendente che da sempre è stata un circuito della compagnia di Stamford .


Fight Planet Italia

NXT Pubblicato in data 07/08/2020

NXT: Ma seriamente, Cole vs McAchi?

Analisi NXT.

Bentornati con il classico appuntamento settimanale dedicato a NXT. Serata molto interessante, con soprattutto l’NXT Tag Team Championship Match tra Imperium e The Undisputed ERA. E la sfida tra Dakota Kai e Rhea Ripley per decretare la No. 1 Contender all’NXT Women’s Championship.

 

 

E proprio le due ragazze hanno aperto la puntata con un match molto gradevole. Una contesa equilibrata dove hanno mostrato di avere una bella chimica, che ci ha dato un match ben combattuto e ben raccontato. Poteva essere a mani basse match da TakeOver, questa la sensazione che mi ha dato. Nulla da dire dunque sulla bravura di Kai e Ripley, che hanno nuovamente dimostrato perché sono due protagoniste importanti dello show giallo-nero. La vittoria di Kai conferma che quanto di buono fatto dal turn heel in poi, è stato apprezzato. E secondo me si è meritata questa chance al titolo. Certo, la vittoria a livello narrativo arriva perché Mercedes Martinez colpisce Ripley quando l’arbitro è distratto, favorendo così Cap Kota. Ma lo accettiamo uguale, e di certo non sminuisce tutte le ottime cose fatte dalla neozelandese da novembre in poi. Martinez vs. Ripley, lo avevo già detto che a un certo punto mi sarebbe piaciuto vedere questo match. E sono stato accontentato abbastanza in fretta. Tra l’altro sfruttando egregiamente i recenti fatti tra l’ex NXT Women’s Champion e il Robert Stone Brand. Mi auguro si continui sulla scia delle interferenze a vicenda, per poi collidere in un match direttamente a NXT: TakeOver XXX.

 

Bronson Reed continua la sua Road to TakeOver sconfiggendo un buonissimo Shane Thorne, altra vittoria convincente, nient’altro da dire.

 

Damian Priest, Oney Lorcan e Ridge Holland si giocano un posto per il North American Title Ladder Match di NXT TakeOver XXX. Incontro davvero bello, con un buon ritmo, tanta intensità e fisicità. A differenza dei precedenti, questo match non riserva particolari sorprese, e infatti è Priest a vincere confermando i pronostici, almeno i miei, della vigilia. Qualificazione riuscita e titolo possibile. Che possa essere arrivato, finalmente, il suo momento?

 

 

Vittoria dominante per Keith Lee nonostante il buon Cameron Grimes è duro a morire, la vittoria dell’NXT Champion non è stata mai in discussione durante l’incontro. A fine match Karrion Kross manda un altro messaggio video molto chiaro al campione, lasciando a terra una scia di lottatori. Rivalità sempre più personale che porterà a uno scontro che si preannuncia davvero epico.

 

Dopo aver rapito Fandango prima che l’episodio cominciasse, la Legado del Fantasma arriva in scena continuando a pestare lui prima, e Breeze poi. Proseguendo, sempre in modo efficace, nel voler elevare l’importanza della categoria dei pesi leggeri e del suo titolo. Con tanto di avviso per Isaiah “Swerve” Scott, al momento candidato più probabile del Cruiserweight Champion.

 

Vittoria veloce per Tegan Nox che si “vendica” dell’amica Shotzi Blackheart, sconfiggendo Indi Hartwell in un riempitivo che non aggiunge granché allo show, ma che bene svolge il suo ruolo nella puntata.

 

E chiudiamo con il Main Event. Laddove Fabian Aichner e Marcel Barthel difendono le cinture di NXT Tag Team Champions contro Bobby Fish e Kyle O’Reilly. È Pat McAfee, invitato al tavolo di commento dopo la recente lite con Adam Cole, a fare da collante dello storytelling. Continua a insultare il nostro ex campione fino al punto in cui Cole, scocciato, si avvicina al tavolo di commento e gli rovescia l’acqua addosso. Nel frattempo Fish e O’Reilly si distraggono e finiscono per perdere a seguito della European Bomb. Incontro che come sempre è stato, considerando anche il minutaggio non elevato, una bella esibizione di wrestling.

 

Gli animi si surriscaldano nella zona commento proprio quando va in scena la sconfitta della Undisputed ERA, arrivano addirittura Triple H e Shwan Michaels, per evitare lo scontro fisico. McAfee viene allontanato, poi però fa marcia indietro e insulta Cole. Che prova a scagliarsi su McAfee ma viene trattenuto proprio da HHH e HBK, McAfee allora lo colpisce con un calcio in faccia lasciandolo senza sensi. E viene cacciato, addirittura spinto via con violenza dal Triplo.

 

 

Ecco, poi in questi giorni è ufficiale il fatto che proprio Triple H, tramite ESPN, ha lanciato una sfida a Pat McAfee per TakeOver dove dovrebbe sfidare proprio Adam Cole. Ora va bene tutto, tenere buoni gli investitori, cercare di aumentare l’interesse chiamando gente che non ha nulla a che fare col wrestling, ma addirittura una sfida a TakeOver?

 

Certo dal punto di vista narrativo è una scelta che ha pure la sua logica e arriva a seguito anche di una discreta costruzione, ma onestamente non credo che portare Pat McAfee sul ring a combattere contro Adam Cole sia una mossa che può dare beneficio a NXT. Mi auguro solo che, se effettivamente dovesse accadere e io credo che accadrà a questo punto, il match non duri più di 2 secondi. Cavolo, Adam Cole, il più longevo campione nella storia di NXT, non puoi dare minutaggio elevato contro un McAchi? qualunque. Vedremo come sarà gestita e portata avanti questa faida, non voglio pensare se dovesse vincere McAchi? Ho già i conati di vomito.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.


Fight Planet Italia

NXT UK Pubblicato in data 06/06/2020

Nxt UK : Back To The Future

Nxt Uk Takeover Cardiff 2019

Il 31 Agosto 2019 presso la Motorpoint Arena andò in scena Nxt Uk Takeover Cardiff, secondo PPV esclusivo del roster europeo.
Prima di iniziare vorrei consigliarvi la visione di questo evento perché a parer mio è stato uno dei più belli ed emozionanti PPV degli ultimi anni, con un Mein Event da favola.

Ad aprire Takeover Cardiff è l'incontro tra Rhea Ripley e Piper Niven, vinto dalla prima Women's Nxt Uk Champion della storia . Va sottolineato come questo incontro sia stata una reale passerella per la Ripley, dato che pochi giorni prima ha fatto il suo debutto ad Nxt, lasciando definitivamente il brando brittanico.

Dal mio punto di vista il match tra Noam Dar e Travis Banks è stato sotto le aspettative, viste le qualità che possiedono i due Cruiserweight. A vincere è stato l'attuale ICW Champion Noam Dar, ma sono convinto che avrebbero potuto fare molto ma molto di più .

Grazie ad un Open Challenge lanciata da Cesaro e raccolta da Ilja Dragunov abbiamo potuto assistere ad una sfida di pura tecnica ,una vera delizia per tutti gli amanti di questo tipo di lotta.
L'atleta svizzero si è portato a casa una vittoria molto sudata,dato che l'attuale primo sfidante al L'Nxt UK Championship gli ha dato un sacco di filo da torcere . Chissà che questi due lottatori non possano affrontarsi un giorno nel Mein Roster .

Questo PPV ha visto anche Mark Andrews insieme Flash Morgan Webster laurearsi nuovi Nxt Uk Tag Team Champion a discapito dei Grizzled Young Veterans (campioni in carica) e dei Gallus ( Wolfgang e Mark Coffey ) I due hanno fatto letteremente impazzire l'arena con le loro manovre volanti . Sono stati i beniamini dei tifosi presenti ,essendo nati entrambi a Cardiff.
Tornando all'incontro invece posso dire che è stato veramente eccezionale, dato che si trattava di un Triple Threat Tag Team Match non era così scontato che potesse venire fuori un incontro così bello.

Dave Mastiff e Joe Coffey hanno letteralmente distrutto il ring nel loro Last Standing Match. Personalmente non amo tantissimo il Bomber ma in questo caso mi devo assolutamente ricredere, dato che entrambi hanno svolto un ottimo lavoro ,non risparmiandosi in nessun caso. L'ultimo a rimare in piedi è stato Joe Coffey ,anche se Mastiff qualcosina in più l'avrebbe certamente meritata.

L'attuale Nxt Uk Women's Champion Kay Lee Ray è riuscita a vincere il titolo proprio durante l'edizione di Cardiff di TakeOver battendo Toni Storm. Si è arrivati a questo incontro con una ottima costruzione che poi è proseguita anche nelle settimane successive a questa sfida. La contesa tra le due è stata piacevole ma probabilmente potevano e dovevano spingersi un pochino oltre .

Ed eccoci al Mein Event della serata . Questo incontro secondo me avrebbe potuto essere classificato come Match Dell'anno per la WWE. Quarantadue minuti di pura adrenalina con i due lottatori che hanno messo in scena un match epico. Riguardando questo incontro mi ha emozionato uguale allo stesso modo di quando l'ho visto la prima volta e pur sapendo che alla fine Walter avrebbe difeso con successo la sua cintura fino alla fine avevo il batti cuore a vedere Tyler Bate combattere in maniera sontuosa . La WWE non può permettersi di farsi sfuggire questo ragazzo , e mi auguro veramente di vederlo a Raw oppure a Smackdown veramente presto.

L'appuntamento con Nxt UK è per Sabato, ma vi ricordo che domani uscirà il Recap di Smackdown Live .


Fight Planet Italia

AEW Pubblicato in data 08/08/2020

AEW DYNAMITE: Tribuna Elettorale

Analisi DYNAMITE.

Nuovo appuntamento con la All Elite Wrestling. Andiamo a vedere cosa è successo questa settimana a DYNAMITE. Dove nel Main Event, Darby Allin affronta Jon Moxley per l’AEW World Championship.

 

Prima storica puntata che va in onda in Italia, su Sky. Faccio i miei auguri e complimenti a Salvatore Torrisi che subito si è calato alla grande nell’essere la voce della AEW nel nostro Paese.

 

 

Episodio che si apre con un opener spettacolare. Un bellissimo 12-Man Tag Team Match tra la Elite (Kenny Omega & “Hangman” Adam Page, & The Young Bucks) in squadra con gli FTR (Cash Wheeler & Dax Harwood) contrapposti al Dark Order (“The Exalted One” Mr. Brodie Lee, Colt Cabana, Evil Uno, Stu Grayson, Five, & Nine). Stupendo davvero questo match, che ha la svolta quando Harwood s’infortuna il ginocchio ed è costretto a lasciare il match. Con lui se ne vanno anche Wheeler e Page che lo accompagnano negli spogliatoi. Svantaggio numerico che non sarà più ripristinato in quanto i due FTR non torneranno più sul ring, Hangman invece ritornerà dopo un po’ di minuti. Per dare il cambio a un eroico Matt Jackson. Quando sembra essere vicina la sconfitta per l’Ordine Oscuro, con Mr. Brodie Lee accerchiato nel ring dai rivali, i suoi discepoli trascinano fuori i Bucks e Omega con Page che viene colpito e subisce lo schienamento che vale la vittoria del Dark Order. Solito ottimo storytelling che evidenzia la possibile rottura totale e ancor più rimarcata tra Page e il suo partner, che sembra sempre stare più dalla parte dei Bucks che a quella di Hangman. Che invece ha trovato negli FTR due compagni su cui poter fare affidamento. Che possa nascere un nuovo trio, con split definitivo e magari Page Campione in singolo e Wheeler & Haarwood in coppia? Vediamo. Vittoria importante per Lee e soci, che finalmente cominciano a risalire la china. Che apertura eccezionale.

 

Bello anche il match tra Santana & Ortiz contro i Best Friends (Trent & Chuck Taylor). Quest’ultimi portano a casa una solida vittoria, dopo un incontro equilibrato. Più tardi nella puntata i due Inner Circle distruggeranno e imbratteranno la macchina della mamma di Trent. Rivalità apertissima e molto ben fatta.

 

Molto ben fatto anche il segmento di MJF che continua la sua campagna politica per diventare il World Champion che la gente si merita. Altra dimostrazione di tutto il suo talento al microfono.

 

Matt Hardy sale sul ring per continuare il suo feud con Sammy Guevara che, sbucando da sotto il ring, riesce comunque a essere prevedibile e a non sorprendere Hardy. Che tuttavia avrà la peggio dalla loro rissa, con lo Spanish God che prima lo fa sanguinare e poi gli fa una bella manovra aerea schiantandolo su un tavolo. La rivalità è ripresa come l’avevamo lasciata, con Hardy che continua a dirgli di lasciare Jericho, e si fa ben guardare.

 

Poco da dire sul match tra Dark Order (Alex Reynolds & John Silver) e la coppia Cody & Matt Cardona. Buon incontro, Cody soffre più del previsto. Riesce a dare il cambio che poi fa propendere il match dalla parte del suo team. Con lui e Cardona che collaborando bene portano a casa la vittoria. Continuo a proporre la mia idea, turn heel di Cardona e nuovo TNT Champion. Prima però, per l’American Nightmare, c’è Scorpio Sky.

 

 

Il dibattito, a mo’ di politica, tra Chris Jericho e Orange Cassidy a mio avviso è stato un bel pezzo di intrattenimento. A partire dalla scelta del moderatore, Eric Bischoff che egregiamente si è immerso nel ruolo senza smanie di protagonismo. Jericho maestro come sempre quando si tratta di promo, Cassidy fa il suo con grande qualità. Impressionando tutti rispondendo solo, ovviamente in chiave gimmick, alla domanda sui problemi del riscaldamento globale, ignorando completamente le altre. Alla fine, dopo essersi aggiudicato il dibattito, viene messo KO da Hager e Jericho. La saga continua.

 

Britt Baker costringe Reba a combattere contro Big Swole, incontro vinto da quest’ultima senza troppi problemi. A mio avviso la miglior storyline al femminile costruita dalla compagnia, davvero una chicca settimana dopo settimana.

 

 

E si finisce con il Main Event. Darby Allin va a caccia del titolo contro il nostro AEW World Champion Jon Moxley. Match davvero intenso che Mox conduce per buona parte, con Allin che tiene botta molto bene andando anche vicino alla vittoria. Soprattutto quando MJF interferisce colpendo al volto, con il titolo, Mox approfittando della distrazione dell’arbitro. Tuttavia Moxley si conferma, mettendo in chiaro ancora una volta che per eventualmente sconfiggerlo serve molto di più. Friedman, nel backstage, rimane deluso dal risultato. Allin conferma di esse un wrestler di alto livello, futuro World Champion di sicuro. È una storia che non si può non scrivere in questo senso. È bravissimo e ha i favori del pubblico. Tempo al tempo. MJF è un signor heel e questo fued con il campione può davvero portarlo al livello successivo. Me lo auguro davvero, uno scenario che mette in mostra i prossimi splendenti 20 anni del pro-wrestling, con queste due giovani stelle che la compagnia sta gestendo e facendo crescere eccellentemente. Buon per noi.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.


Fight Planet Italia

IMPACT Pubblicato in data 06/08/2020

IMPACT WRESTLING: Bye bye Swann

Analisi IMPACT.

Ben ritrovati con IMPACT WRESTLING, andiamo a vedere cosa è successo questa settimana. Con il debutto in-ring di Heath, la open challenge di Eddie Edwards per il suo IMPACT World Championship e, forse la cosa più attesa, l’annuncio sul futuro di Rich Swann.

 

 

Show che comincia con l’incontro tra Moose e Heath, quest’ultimo si gioca un contratto con la compagnia. Contratto che in teoria avrebbe anche vinto, infatti a causa di uno scontro tra il TNA World Champion e l’arbitro, causato inavvertitamente dallo stesso ex Slater, il conto di tre che ne scaturisce va a vuoto. E addirittura si ritorce contro quando Moose lo colpisce con un low blow che lo porta alla conseguente vittoria. Ottima maniera di preservare lo status di Moose intatto e dare a Heath un’altra chance o magari, vista la sconfitta scorretta, addirittura offrirgli lo stesso un contratto. Costruzione sicuramente da promuovere e storia che resta aperta a ogni tipo di scenario.

 

Si avvicina inoltre la sfida tra l’autoproclamatosi Wrestling God e EC3 che, anche questa settimana, non nasconde la voglia di dare un taglio al passato partendo proprio dal TNA World Championship. Altro promo convincente. Così come il segmento che ha coinvolto Motor City Machine Guns e The North, con l’ufficialità del rematch per i titoli di coppia che ci sarà in una delle due date di IMPACT Eemergence. Da segnalare anche l’offerta di Kimber Lee a Deonna Purrazzo, con Lee che si offre volontaria per mettere fuori dai giochi Jordynne Grace in cambio di un match per il titolo. La Virtuosa accetta di buon grado.

 

Per quanto riguarda invece la parentesi Wrestle House. Abbiamo Johnny Swinger che finisce in un handicap match dopo aver fatto allusioni poco piacevoli nei confronti di Alisha Edwards e Susie. Le due ragazze lo sconfiggono inesorabilmente. Più godibile l’incontro tra Rosemary e Kylie Rae che viene sancito in quanto Smiley Kylie sembra essere la causa della partenza di Bravo. È Rae a vincere, superando anche l’ostacolo Taya che in veste d’arbitro non riesce a portare l’amica alla vittoria. Format che può essere visto anche come un tentativo di acchiappare un pubblico televisivo spesso attratto, e non chiedetemi perché, dal mondo dei reality. Cosa che in questo periodo senza pubblico nelle arene, è anche una scelta plausibile.

 

I Good Brothers sono vittime della trappola di Austin e Fulton dopo aver messo mano nell’auto di uno dei due rovesciando a terra le birre. Gallows e Anderson attirano l’attenzione delle forze dell’ordine e, quando Austin e Fulton arrivano per colpevolizzare i due veterani, Gallows finisce per colpire accidentalmente un agente e finisce quindi in manette. Più tardi i due pesteranno Anderson sfruttando il vantaggio numerico. Storia sempre ben scritta che si arricchisce d’interesse col passare delle settimane. Tuttavia la vittoria del primo feud per i due ex WWE sembra essere fin troppo scontata.

 

 

Un po’ come la open challenge di Eddie Edwards. Anche se lo storytelling odierno è stato molto buono e ha offerto vari spunti, oltre a un gran bel match. È Sami Callihan a palesarsi sullo stage, con lui nel buio, Rob Van Dam che lo colpisce con una sedia mentre anche Katie Forbes gli infligge qualche colpo fino a quando non vengono allontanati. The DRAW decide ovviamente di lottare. Quella con Edwardrs è la classica rivalità tra due che potrebbero non affrontarsi per mesi o anni, ma qualora li metti l’uno contro l’altro, BOOM. Fai il botto. Talmente è stata stupenda questa faida, che ci ha consegnato alla fine due individui completamente diversi da come li conoscevamo. Edwards difende con successo quando Callihan ha un attimo d’esitazione in quanto indeciso se colpirlo con una sedia oppure no, arriva dunque una doppia Boston Knee Party e l’incontro si chiude così.

 

Anche dal tag team match tra Chris Bey & Rohit Raju vs TJP & Fallah Bahh abbiamo risvolti notevoli. L’incontro è ben lottato e gradevole. Bahh e TJP vincono il match e questo è già un fatto importante. L’altro è che la vittoria arriva per sottomissione, grazie a TJP che fa cedere l’IMPACT X-Division Champion. Ecco, abbiamo a mio avviso il prossimo avversario al titolo detenuto da Chris Bey. Anche così si costruiscono le rivalità e i match, senza troppi fronzoli, ma in maniera semplice e lineare.

 

 

A chiudere la puntata è Rich Swann. Che munito di stampelle sale sul ring per darci l’ufficialità di quanto deciso sul suo futuro. In un promo recitato discretamente, dove secondo me il nostro è riuscito a creare empatia con lo spettatore, Swann si ritira, questa è la decisone. Non può più rischiare. Arriva buona parte del roster a tributargli il giusto omaggio, quando lascia il ring e arriva nella zona dello stage, Eric Young lo attacca dal nulla in maniera al solito brutale. Per poi dileguarsi prima che tutti gli altri gli mettano le mani addosso.

 

Giusto un paio di considerazioni. Bravo Swann nell’interpretazione, cosa non così scontata secondo me, in quanto la realtà dei fatti se la sleghiamo dalla storyline è tutto fuorché capace di farti pensare al suo ritiro. Però nella storia del wrestling episodi analoghi ce ne sono stati molti, quindi scelta che alla fine ci sta e che va considerata non dico quasi del tutto in chiave mark, ma comunque è quella l’essenza di questa disciplina. Più dei match e delle performance sul ring, che alla lunga possono anche stancare il pubblico medio, meno avvezzo alla spettacolarità del tutto, ma forse più propenso nel voler vedere in scena una storia nella quale immedesimarsi.

 

E chi non si immedesima in un uomo distrutto, privato della propria passione, privato della possibilità di avere una vita che prima era il suo normale. Questo per colpa di un malvagio e maniaco villano, con il quale tutti i bastardi di questo mondo possono immedesimarsi alla grande, a cui proprio perdere non va giù. Ecco la chiave, perdere, da ambedue le parti, la chiave è quella. La chiave che è IL tutto di questo feud. Non esistono eterni vincitori o vincenti, nella vita prima o poi tutti perdiamo. Perdiamo qualcosa, perdiamo qualcuno. Ma c’è la redenzione, la rivincita. Quella piccola, flebile, ma mai sopita fiamma che arde in ogni essere vivente, spregevole o meno che sia. Perdere porta a rialzarti, perdere porta a migliorarti e a voler vincere a tutti i costi. Sarà pure la più vecchia maniera di cominciare una rivalità, ma è forse sempre la più bella.

 

Sarà sicuramente Eddie Edwards, già in aperta rivalità con EY, a fare da traino fino a quando a Swann sarà data la possibilità di salire nuovamente sul ring, perché è palese che accadrà a un certo punto. E potrebbe essere una di quelle storie che ricorderemo a lungo e con grande piacere. Almeno l’augurio è quello.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.

 

Vi ricordo che se volete avere il piacere di confrontarvi su ogni tipo di tema riguardante IMPACT Wrestling, potete seguire i nostri amici di IMPACTZone Italia (cliccate sul link a sinistra) su facebook. Con i quali abbiamo una bella partnership oramai da gennaio. Mi raccomando iscrivetevi alla loro pagina!


Fight Planet Italia

INDIES Pubblicato in data 13/05/2020

NWA: Back of the Power hour

Recap NWA Super Power

La NWA è stata tra le pochissime federazioni nel panorama americano a fare un passo indietro a causa della pandemia: show sospesi e annullamento del PPV che probabilmente avrebbe dato un verdetto sul futuro della compagnia. Sebbene Power sia tornato con l'episodio speciale registrato prima del disastro il futuro è una incognita, a causa del fresco annuncio di Billy Corgan, che riguarda un nuovo show che sostituirà Powerrr dalla prossima settimana chiamato Carnyland, definito come "una idea pazza e innovativa" dallo stesso patron della NWA.

 

Quanto a SuperPower ad ogni modo, il ritorno sulle scene è nel perfetto stile NWA: senza sussulti, in maniera perfettamente coerente a sé stessa. Tutto riparte dal punto in cui si era fermato, nominando ancora la Crockett Cup come prossimo obiettivo, lasciando dunque intendere che prima o poi l'evento avverrà, sebbene in modalità ancora ignote.

 

E avverrà con trame che giungeranno al proprio naturale esaurimento, evolute in maniera naturale senza costrizioni, come avvenuto nelle 20 puntate precedenti: con Nick Aldis, vincitore assieme a Tom Latimer nel main event contro Marty Scurll e Brody King, che difenderà il titolo del mondo contro il Villain. Un vero peccato il fatto che la sospensione abbia completamente ammazzato l'hype dell'incontro tra i due, ma sarà ugualmente piacevole giungere a compimento della rivalità.

 

Rivalità titolata che si compie definitivamente anche sul fronte femminile: pare infatti prossimo un match a tre tra Thunder Rosa, Allysin Kay e Melina. Tutto sviluppato in maniera molto semplice ma efficacissima, se teniamo conto che la tensione tra le tre è partita praticamente dai primi episodi e si è sviluppata nell'arco di mesi senza mai perdere colpi e anzi, offrendo anche incontri di notevole fattura.

 

Discorso simile per le varie rivalità minori: quella tra The Pope e Eddie Kingston, che coinvolge ora anche i campioni di coppia James Storm e Eli Drake e quella tra Aron Stevens e Trevor Murdoch, con la presentazione di "Question Mark Junior", che si unisce alla stable del National Champion. Per il resto la puntata ha offerto, oltre che un solido match senza squalifiche tra Tim Storm e Jax Dane, il debutto sul ring di Kamille, che non ha mantenuto la promessa di parlare a fine incontro ma ha fatto ugualmente sentire la propria voce attraverso una bellissima clip che la introduce benissimo come character.

 

Nonostante la (si spera momentanea) assenza della Crockett Cup, la NWA si consacrerà? Difficile dirlo; per il momento possiamo solo sperare che la richiesta di fiducia di Billy Corgan a fine puntata venga ripagata.

 

----

 

NWA stepped back due to the pandemic: they stopped their shows and canceled the PPV that would have given them a big hint on their future.
Despite the fact that Power is back with the special episode taped before the disaster, future is unknown, and Billy Corgan announced a new weekly show that will be air instead of Powerrr starting next week called 'Carnyland'. Corgan said this is a crazy concept.

 

Speaking of Power, the return is in perfect NWA style: there are no gasps, in a very logical way. Everything started back frome where it stopped and the Crockett Cup seems still to be the focus. We can understand from what we saw that the Crockett Cup there may be, in ways we don't know.

 

Some plots are ending in a very natural way, whitout any forcing, as we saw in the 20 episode before Super Power, with Nick Aldis, winner alongside with Tom Latimer in the main event against Marty Scurll and Brody King, defending his World Championship against the Villain. Unluckily the suspension of the show killed many of the hype between the two of them, but it will still be good to see how it will end.

 

The women's championship picture is also coming to a solution: there will be Three Way Dance between Thunder Rosa, Allysin Kay and Melina. It all grown up in an easy way but it was very solid, with the tension between them started in the very early episodes of Power and some very good matchs.

 

For the minor storylines, the feud between The Pope and Eddie Kingston involve now also the tag team champions Eli Drake and James Storm, just like the rivarly between Aron Stevens and Trevor Murdoch involve now the new 'Question Mark Junior' who had joined the stable. In this episode there was also a very solid match between Tim Storm and Jax Dane and the in ring debut of Kamille, who did not keep the promise to speak after the match, but still made her voice heard by a beautiful videoclip that told her story.

 

Despite the absence (we hope just for now) of the Crockett Cup, will NWA consacrate itself again? It's very hard to say, but at the moment we can just hope that the faith that Billy Corgan asked for will repay.


Fight Planet Italia

APPROFONDIMENTI Pubblicato in data 09/08/2020

Road to SummerSlam #1 - Il morso della Vipera

Il match valevole per il WWE Championship tra Drew McIntyre e Randy Orton sarà probabilmente il Main Event della edizione annuale di Summerslam. In questo preciso momento mi verrebbe da auspicare una vittoria del Legend Killer, soprattutto per quello che comporterebbe per il futuro: seppur siamo lontani da Wrestlemania, sappiamo benissimo che nella prossima edizione andrà in scena l'atto conclusivo della rivalità Orton / Edge e sembra che la dirigenza voglia proporci questo incontro con il WWE Title in palio. A parer mio, questa scelta mi sembra davvero ottima, considerando che sarebbe grandioso poter dare ad Edge la possibilità di un ultimo stint da campione prima del suo ritiro definitivo.

 

Tornando all'attualità, Randy sta vivendo un periodo glorioso che lo ha portato nuovamente ai piani alti della compagnia (non che ne avesse bisogno) con la sua nomina a #1 Contender al titolo davvero legittimata dalla serie di vittorie importanti che è riuscito a compiere da quando ha sconfitto la Rated R Superstar nel Greatest Wrestling Match Ever.

 

Va anche detto, però, che una sua sconfitta di Drew McIntyre con relativa perdita del titolo appare molto prematura, ma di fronte a questo Orton viene difficile che possa uscire vincitore da questo incontro. Sarò onesto: fino a che The Viper non è stato nominato primo contendente pensavo e affermavo che l'atleta scozzese sarebbe stato il WWE Champion per molto molto tempo. Ora mi viene più difficile affermare tutto questo, nonostante sia davvero un peccato che Drew possa perdere, visto l'ottimo lavoro che sta svolgendo da quando è tornato nella Federazione di Stamford.

Francamente, questo incontro l'avrei proposto più avanti nel tempo, per far crescere ancora di più lo status dello Scottish Psychopath. Ma l'evidente calo di ascolti ed interesse intorno alla compagnia di Stamford impone un accelerata dei tempi.

 


Fight Planet Italia

INTERVIEWS Pubblicato in data 15/07/2020

INTERVIEW: ETHAN PAGE

Intervista a Ethan Page.

Fight Planet Italia ha avuto l’onore di intervistare Ethan Page, attuale IMPACT World Tag Team Champion con il team The North (in coppia con Josh Alexander). Che quest’anno hanno scritto la storia della compagnia, diventando i più longevi Campioni in carica della federazione. Intervista realizzata da Roberto Rotonda.

 

Fight Planet Italia had the honor of interviewing Ethan Page, current IMPACT World Tag Team Champion with The North (with Josh Alexander). That this year they wrote the history of the company, becoming the longest reigning tag team champions of the federation. Interview by Roberto Rotonda.

 

1) Innanzitutto un grande ringraziamento per questa intervista. Qual è stato il momento in cui hai capito che saresti diventato un wrestler professionista? Come è iniziato il tuo interesse per il wrestling?
Adoro il wrestling da bambino. All’età di 2 anni citavo Jim Duggan e facevo Macho Man con le mani. Quando ho visto The Rock, ho capito che questo sarebbe stato il mio futuro.

 

1) First of all a big thanks for this interview. Which was the moment you understood you would become a pro wrestler? How your interest in professional wrestling started?
I love wrestling as a tiny kid. Age 2 I was quoting Jim Duggan and doing Macho Man hands. When I saw The Rock, I knew this was gonna be my future.

 

2) Tu sei Canadese. Il Canada ha una delle culture più incredibili per questo business e un'eredità che non è seconda a nessuno. Chi sono i lottatori canadesi che ti hanno ispirato nella tua carriera?
Edge, Christian, Test, Val Venis da ragazzo. Poi Bobby Roode, Kevin Steen e El Generico quando ho cominciato ad allenarmi.

 

2) You are Canadian. Canada has one of the most incredible culture for this business, and a legacy that is second to none. Who are the Canadians wrestlers that inspired you through your career?
Edge, Christian, Test, Val Venis as a kid. And then Bobby Roode, Kevin Steen and El Generico once I started training.

 

3) La tua esperienza nel circuito indipendente canadese, potresti dire ai nostri lettori com'è lavorare nel circuito indy canadese?
Non è così figo come sembra. Il wrestling non è grande come negli Stati Uniti. Non ha la stessa esposizione. Ma i nostri lottatori sono molto meglio. Hahah.

 

3) Your experience in Canadian independent circuit, could you tell our audience how it is, to work in Canada’s indy circuit?
It’s not as cool as it seems. Wrestling isn’t as big in Canada as USA. It doesn’t get the same exposure. But our wrestlers are much better. Hahah.

 

4) Nelle indies, hai affrontato nomi famosi sia del presente che del passato. Rhino, Shane Douglas, Petey Williams, Kevins Steen, Cesaro, Johnny Gargano e molti altri. Chi è stato il tuo avversario più duro e qual è il match di cui sei più orgoglioso?
L'avversario più duro è Darby Allin. Il mio match con lui nel weekend di WrestleMania a Orlando sarà quello che ricorderò per sempre.

 

4) In the indies, you’ve faced hot names from both present and past. Rhino, Shane Douglas, Petey Williams, Kevins Steen, Cesaro, Johnny Gargano and many many others. Who was your toughest opponent and what is the match you are more proud?
Toughest opponent is Darby Allin. My match with him WrestleMania weekend in Orlando will be one I remember forever.

 

5) Ora sei una leggenda del tag team. È stato difficile per te il passaggio dalla competizione singola alla competizione a squadre?
No. Facile. Josh e io abbiamo un'ottima chimica. Non è stato affatto difficile.

 

5) Now you are a tag team legend. Was difficult for you the transition from single competition to tag team competition?
Nope. Easy. Josh and I have great chemistry. Wasn't hard at all.

 

6) Ethan Page si è affermato nel tag team wrestling. Vincendo titoli importanti in un sacco di compagnie Indy con diversi partner. Come ACH, Elgin, Cody e ultimo, ma certamente non meno importante, il tuo attuale compadre Josh Alexander. È difficile cambiare mentalità o stile per adattarsi da un partner a un altro?
Beh, come ho detto, con Josh è stato facile. Anche con Cody c’è una buona chimica. Ma a volte devo solo seguire ciò che dice il promoter e non posso scegliere i miei partner. Con ACH è stato un periodo divertente della mia carriera e mi ha fatto realmente capire e dimostrare che non me ne frega niente di quello che pensa la gente. Faccio quello che mi pare.

 

6) Ethan Page established himself in tag team wrestling. Winning important championships in a lot of Indy promotions with different partners. Such as ACH, Elgin, Cody and last but certainly not least, your current compadre Josh Alexander. It’s hard to change mindset or style to adapt from a partner to another?
Well like I said with Josh it was easy. Cody has good chemistry too. But sometimes I just have to follow what the promoter says and I don’t get to choose my partners. ACH was a fun time in my career too though and really let me show I didn’t give a crap about what people think. I’m just doing what I want.

 

7) The North. Un grande capitolo leggendario della tua carriera. Che ha portato te e Alexander nella storia di IMPACT Wrestling, il che significa nella storia del wrestling. Voi due siete diventati (e siete ancora) i più longevi IMPACT World Tag Team Champions nella storia straordinaria di quei titoli. Come ti senti a riguardo, considerando anche le incredibili leggende che hanno detenuto quelle cinture in passato?
Essere campioni per oltre un anno in qualsiasi compagnia è figo. Ma farlo con una compagnia come TNA/IMPACT! significa davvero molto. Sono cresciuto guardando la TNA, e ora faccio parte della gioventù dei nuovi fan. È una grande soddisfazione per me.

 

7) The North. A great legendary chapter of your career. That put you and Alexander in the history of IMPACT Wrestling, which means in the history of pro-wrestling. You two have become (and still are) the longest reigning IMPACT World Tag Team Champions in the amazing history of those titles. How do you feel about that, considering even the amazing legends that has hold those belts in the past?
Being champions for over a year in any company is cool. But doing it with a company like TNA/IMPACT! it truly means a lot. I watched TNA growing up and now I get to be a part of new fans youth. It’s a great accomplishment for me.

 

8) The North è stato il protagonista di uno dei "cinematic wrestling matches" (il Deaner Compound Match, in IMPACT) che recentemente hanno avuto un ruolo importante nel settore. Qual è la tua opinione a riguardo?
Adoro il cinematic wrestling. È solo un'opportunità per mostrare differenti abilità. Specialmente quando IMPACT! mi ha assunto e pagato per editare i segmenti per loro.

 

8) The North was the star in one of the "cinematic wrestling matches" (the Deaner Compound Match, in IMPACT) that recently had an important role in the business. What is your opinion about it?
I love cinematic wrestling. It’s just a chance to show different skills. Especially when IMPACT! hired and payed me to edit segments for them.

 

9) Ora, immagino che il vostro obiettivo è rimanere IMPACT Tag Champs a vita. Ma cosa ci aspetta per il The North. E le prospettive di ALL EGO. Hai intenzione di provare a vincere un titolo in singolo a IMPACT o anche in altri posti?
Non mi interessa quello che faccio dopo. Sono solo pronto per guadagnare più soldi. Credo di lavorare più duramente di chiunque altro a IMPACT e anche al di fuori. Ma non sono il più pagato. Quindi voglio cambiare questo o forse sono pronto per un diverso tipo di lavoro. Non ho fedeltà per queste cose. Solo per la mia famiglia.

9) Now I could just image that your goal is to still IMPACT Tag Champs for life. But what’s next for The North. And what’s next for the ALL EGO. Do you have any intention to try to win a single title in IMPACT or even in other places?
I don’t care what I do next. I’m just ready to make more $$$ (money). I believe I work harder than everyone in IMPACT and even people outside of it. But I’m not the highest paid. So let’s change that or maybe I’m ready for a different line of work. I have no loyalty to this stuff. Just my family.

 

10) So che sei anche un Vlogger e un gamer. Attivo su YouTube e Twitch. Puoi dirci come è nato questo lato di te? E come, o se, questo influenza il tuo personaggio.
Mia moglie mi ha fatto fare tutto. Lei è il cervello dietro "Ethan Page played by Julian". Crede in Julian più di quanto ci credo io. Tutto merito suo.

 

10) I know you are even a Vlogger and a gamer. Active on YouTube and Twitch. Can you talk how this side of you is born? And how or if this influence your wrestling persona.
My wife made me do it all. She’s the brains behind “Ethan Page played by Julian”. She believes in Julian more than I do. All her.

 

11) L'ultima, non è una domanda. È uno spazio libero per te. Sii libero di dire tutto quello che vuoi agli appassionati di wrestling italiani.
Adoro la pizza e voglio venire a mangiare una pizza italiana autentica, quindi spero che questo mi renda abbastanza famoso da poter lottare in Italia. In caso contrario, va bene lo stesso!!! Basta che andate a guardare i miei Vlog e i miei stream. Playedbyjulian.com

 

11) The last, is not a question. It’s a free space for you. Be free to say anything you want to the Italians wrestling fans.
I love pizza and want to come eat Italian authentic pizza, so hopefully this makes me famous enough to wrestle in Italia. If not, it’s okay!!! Just go watch my Vlogs & streams. Playedbyjulian.com


Categorie